CRONACAPRIMO PIANO

Sosta selvaggia: «Non rompere il c…, siamo dell’Agenzia delle Entrate»

Il consigliere regionale riprende il parcheggio inaudito di una vettura a Panza, per tutta risposta rischia di essere aggredito. Il video finisce sui social e diventa immediatamente virale

“Sosta selvaggia in piena carreggiata: «siamo dell’agenzia delle entrata». La denuncia è del consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli. È successo il giorno di Ferragosto intorno alle 20 a Forio, località Panza dove un’automobile è stata parcheggiata al centro della carreggiata formando una lunga fila di auto, bloccando di fatto il passaggio nei due sensi di marcia. A passare, il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli che denuncia e riprende con il proprio smartphone, tutta la scena.

Da una abitazione scendono inizialmente tre persone che, invece di scusarsi, accerchiano il consigliere regionale Borrelli e iniziano ad insultarlo e ad inveire contro di lui: «vieni a rompere il c…o” anche a Ischia» come se il loro problema non era spostare l’auto ma  irridere e beffeggiare Borrelli reo di essersi permesso di segnalare la loro inciviltà. Dalle ingiurie si passa alla minaccia e, due di questi personaggi cercano di affrontare e aggredire Borrelli ma vengono fermati da altre persone accorse sul posto. Il video postato sulla pagina Facebook del consigliere regionale Borrelli è eloquente. Uno dei due uomini si qualifica come dirigente dell’Agenzia dell’Entrate “come se fosse un pass per comportarsi in maniera incivile e arrogante”, commenta il consigliere regionale. Sull’auto, come documentato nel video, era esposto un tagliando rilasciato dal comando della polizia municipale di Forio. “Sono dispiaciuto di dover assistere, ancora una volta ad episodi di inciviltà, arroganza e violenza frutto di una “cultura” che combatto da tempo. Bastava un semplice “mea culpa” e lo scusarsi con le persone in fila, per non far accadere questa bagarre. Invece non solo erano in torto ma con fare minaccioso hanno cercato di pretendere una ragione che non esisteva. Il peggio è arrivato con la qualifica di uno dei personaggi che si è presentato come dirigente dell’Agenzie dell’entrate” come se questo lo fosse un permesso a parcheggiare in strada l’auto”, ha detto, amareggiato, Francesco Emilio Borrelli. Le immagini catturate dallo smartphone del consigliere regionali sono eloquenti: documentano e testimoniano tragicamente il livello di imbarbarimento, di violenza e di inciviltà che regna nella cultura di alcune persone che vengono in villeggiatura sull’isola d’Ischia. Le immagini dimostrano come i comportamenti da “bulli” non siano isolati. A dar man forte agli automobilisti indisciplinati anche le mogli, le figlie e le compagne dei protagonisti che accorse sul terrazzo, applaudivano e lodavano il comportamento indegno dei loro uomini. 

 Dopo la denuncia partita attraverso i social, il consigliere regionale Borrelli ha inviato il video dell’accaduto al sindaco di Forio Francesco del Deo. Anche noi abbiamo provato a contattar, invano, e il primo cittadino foriano. Avremmo voluto chiedergli alla luce dell’episodio catturato dallo smartphone di Borrelli come si comporterà con questi personaggi. Le nostre domande, però sono rimaste vane. Ha preso posizione, invece, il comandante della Polizia municipale di Forio Giovangiuseppe Iacono. “In un video pubblicato ieri sul proprio profilo Facebook dal consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli viene segnalato un problema alla viabilità in una strada secondaria di Panza a causa di una auto parcheggiata in modo errato. 

Nel video il dott. Borrelli, sbagliando, dichiara che l’auto é di proprietà di un componente del comando vigili di Forio. Cosa non vera: ciò che é presente sul parabrezza dell’auto altro non é che il permesso di sbarco e circolazione (validità temporanea come ben si legge nel video) in deroga al divieto di sbarco, come previsto dalla normativa, per chi trascorre un lungo periodo di vacanza a Panza. 

Invitiamo, quindi, il dott. Borrelli a pubblicare, con la stessa rilevanza, una smentita su quanto dichiarato. 

Per quanto riguarda il problema delle auto in sosta lungo le strade e che creano disagi alla circolazione, gli uomini della Polizia Municipale pattugliano e presidiano ogni giorno il territorio anche per ridurre al minimo il verificarsi di questi episodi”. Alla luce della precisazione del numero uno dei vigili la nostra domanda resta senza risposta: “Quali sono i provvedimenti (se intendono prenderli, ovviamente) nei confronti di coloro che, senza alcun rispetto per le Istituzioni, quale è un consigliere regionale, hanno minacciato ed insultato Francesco Emilio Borrelli dopo aver lasciato la propria auto in sosta selvaggia bloccando il traffico?” 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close