ARCHIVIO 2

Sotto Tiro – Considerazioni

Dovunque ti giri hai la sensazione che qualcosa non funziona. Ma non sempre è così. Giovanni D’Amico ha organizzato per il secondo anno consecutivo al Cinema Excelsior un festival musicale sui generis. Giovanni è partito dall’idea che i ragazzi delle scuole imparando ad amare la musica possano migliorare la loro sensibilità anche di cittadini e possano addirittura essere d’esempio a loro rozzi genitori. Quasi tutti presi alla corsa all’oro. Il festival è iniziato lunedì sera e terminerà sabato a mezzogiorno. Un impegno enorme che cade quasi completamente sulle spalle di Giovanni D’Amico. Hanno aderito alla manifestazione un sacco di licei musicali e coreutici con circa 643 giovani musicisti tra i 14 ed i 18 anni, accompagnati da professori e dirigenti scolastici. Ascoltare la qualità della loro musica in queste giornate ti porta a capire la via di fuga intrapresa da questi ragazzi, per lo più meridionali, da un destino che potrebbe essere già segnato. Bisogna dire grazie anche al Ministero che sta ampliando le disponibilità economiche verso il settore musicale della scuola che può rappresentare una inversione di tendenza da una cultura dalla  quale dobbiamo per forza uscire. Giovanni D’Amico ha anche capito che ormai gli Enti pubblici non finanziano manifestazioni che non siano produttrici di clientele e si è organizzato da mecenate. Li ricordate quelli del Rinascimento? Con pochi aiuti e soldi suoi fa quello che ama. E lo fa con lo spirito di chi ha avuto,da insegnante, una esperienza enorme con i giovani Lui sa che plasmare ed educare i giovani è uno delle cose più difficili da realizzare. Lui spera che per il prossimo anno qualcuno, che può, possa accompagnarlo in questa avventura che a detta dei più è qualcosa di essenziale se si vuole veramente dare un contributo al proprio paese.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllare Anche
Close
Back to top button
Close