Statistiche
LE OPINIONI

Sotto Tiro di Mizar 75 Chiese ad Ischia

Sono settantacinque le Chiese sull’isola. A cosa servono con tanti isolani che non le frequentano più? Mi ha molto impressionato la notizia che il Commissario al terremoto ha stanziato un milione e seicentomila euro per ripristinare le chiese di Casamicciola, Lacco e Forio invece di dare questi soldi per ricostruire le case degli abitanti che hanno dovuto abbandonare le proprie danneggiate dal terremoto. Quanti preti lavorano ad Ischia per le 75 Chiese? Sono 33

Quando arrivò ad Ischia padre Strofaldi gli proposi di fare della chiesa di San Domenico, vicino al Cimitero, una funeral home visto il modo barbaro del come si svolgevano i funerali nelle chiese del Comune tra smog, traffico, rumori e nessuna concentrazione sulla persona defunta. Il Vescovo si riservò di farmi sapere. Dopo qualche mese mi disse che i parroci non avevano accettato la proposta. Mi spiegò che tra cresima, battesimo, comunione, matrimonio, funerale e messe i preti non ritenevano di togliere i funerali dal loro prodotto dal quale ricavavano la loro sopravvivenza economica.

Tutti osserviamo dove la Chiesa cattolica romana sta andando a finire. I veri fedeli hanno capito che, con Dio e comportandosi come Gesù ha predicato, della mediazione dei preti si può fare anche a meno. Papa Francesco tenta di metterci una toppa ma la Curia Romana non è facilmente domabile. Meno male però che almeno la Caritas sopravvive!

Con tutto il rispetto per chi crede, I talebani cattolici, anche se in numero sempre minore, non mollano. Vedi Luciano Cataldi a Forio che ci parla delle “Carnevalette” e dimentica le carnevalate che ci propina. (Difendo mio nipote Emanuel Monte parroco a Forio con cinque chiese da gestire). Ad Ischia pensate che si riuscirà a destinare molte delle chiese esistenti ad un uso religioso diverso? Si potrà per esempio andare nelle strutture come in un tempio/agorà per un diverso modo di avvicinare l’essere umano alla religiosità intesa come unione vera tra le persone come sta inutilmente tentando di fare Papa Francesco dicendo che tutte le religioni dovrebbero stare insieme e tendere ad un solo scopo?

Cosa è il sacro? E’ sacro far convergere i giovani nelle chiese permettendo loro, per esempio, di ballare, discutere e poi stare in silenzio a pensare alla ricerca della loro religiosità? Dai Luciano dimmi, dimmi che ciò disturberebbe il ritualismo, oso dire pagano, che si avverte ora nelle funzioni delle cerimonie attuali.

Ads

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x