LE OPINIONI

Sotto Tiro di Mizar Amministratori?

Il maggior divertimento degli amministratori ischitani è quello di prendere in giro i propri amministrati. Gli esempi sono tanti e tra questi potreste sceglierne di quelli che vi farebbero veramente ridere. O piangere. Il fatto però è anche quello che gli amministrati, facendo credere agli amministratori che tutto va bene nella conduzione della cosa pubblica, non si accorgono che si prendono in giro da soli.

Vi faccio un esempio. Due anni fa furono emesse dai Sindaci sei ordinanze per il divieto di uso ed importazione di saponi non bio al 100%. E’ di questi giorni la notizia della firma di altre sei ordinanze sul divieto di uso e spero importazione di alcuni tipi di plastica. A chiacchiere i Sindaci firmano… ma non fanno rispettare le ordinanze. L’importante è apparire non essere. Voi come risolvereste il problema? Accusando i comandanti dei vigili che sono asserviti al potere? Oppure che le forze dell’ordine hanno altri compiti a cui badare? E se i vigili e le altre forze dell’ordine non hanno tempo di far rispettare le ordinanze perchè i Sindaci le emettono?

Secondo me il problema è un altro. Scopriamo l’uovo di Colombo? Forse. Un Dirigente Comunale, poniamo Lello Montuori del Comune di Ischia con la sua bravura, prepara una letterina nella quale spiega attentamente le ordinanze. La fotocopia e la invia ai dirigenti pari grado degli altri Comuni dell’isola. Tutti insieme la spediscono agli uffici di Commercio dei propri Comuni che spulciando tra le carte si avvedono che nell’isola le attività commerciali che vendono quei prodotti non superano le dieci unità per comune.

A questo punto basta inviare una raccomandata a queste attività commerciali stabilendo i tempi per togliere dal commercio i prodotti che le ordinanze vietano. Un vigile Comunale per ogni Comune potrebbe in due giorni fare un controllo e sanzionare i contravventori. Ma voi pensate che si possa disporre di un vigile e di 6 funzionari che scrivano una lettera? A quanto sembra 6 sindaci, 90 consiglieri comunali,40 assessori, hanno tante cose da fare da non pensare alle cose che non costano niente per realizzarle. E poi perchè trascurare i propri clienti che ti votano? Cosa renderebbero le ordinanze che non procurano voti e soldi ma che darebbe inizio ad un percorso virtuoso per tentare di cambiare un andazzo di mediocrità amministrativa che sta distruggendo una isola meravigliosa?

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button