LE OPINIONI

Sotto Tiro di Mizar Ancora il Partito Democratico

Una foto della vigilia di Natale su FB che ritraeva al bar quelli che si ritengono i padroni di Ischia del partito brindando in segno di fratellanza partitica, mi ha non poco innervosito. Mi ricordavano i fasti della sinistra ad Ischia quando per le feste natalizie ci si riuniva, tutti gli iscritti, nelle sezioni per il brindisi e la partita a scopone. L’altro giorno incontro ad Ischia Ponte il segretario del circolo, Lello Pilato, che mi invita per la sera ad un brindisi nell’albergo del capo. Logicamente ci mandiamo a quel paese come sanno fare due vecchi amici e se non fosse scappato avrei voluto dirgli che a me gli aderenti ad una idea piace incontrarli tutti non a casa del capo.

Apprendo che la riunione di cui sopra è avvenuta e ad essa avrebbero partecipato solo quelli del circolo che sono contro Enzo Ferrandino. Come avviene spesso nel nostro partito si va per bande. Ora alla loro banda si sarebbero aggregati anche politici antichi per fare massa e mandare a casa l’attuale Sindaco. Che si metta in discussione la conduzione della nostra amministrazione è un diritto inalienabile per chi non è d’accordo ma farlo da carbonari non mi vede d’accordo. Tutto alla luce del sole in una assemblea del Circolo.

Ho chiesto l’elenco degli iscritti ed il numero di telefono del nuovo segretario provinciale del Partito. Non riesco ad avere le due cose per il semplice motivo che chi le conosce vuole giocare sporco. Non accetterò mai i comportamenti poco consoni della lotta politica. Bisogna chiarire. Magari per fare qualcosa di serio per il PAESE.

Articoli Correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close