ARCHIVIO 2ARCHIVIO 5LE OPINIONIPRIMO PIANO

Sotto Tiro di Mizar Febbraio

Ad Ischia febbraio e marzo sono i mesi in cui si prepara il paese alla prossima stagione estiva. Piazza degli Eroi, i maltrattamenti a scuola, il parcheggio vuoto del Jolly e la struttura che l’Amministrazione Comunale vuol costruire giù al Lido, sono gli argomenti di discussione al bar con gli amici e sui social.

Possono questi episodi determinare che tipo di società è la nostra? Qualcosa si intuisce.  Si intuisce il cambiamento epocale nella scuola. Si è passato dal granone sotto le ginocchia di quando noi andavamo alle elementari al completo capovolgimento dei valori. Oggi l’insegnante, anche con i metodi di democrazia e rispetto immessi negli ultimi decenni nella scuola, è sopraffatto dalla pochezza intellettuale dei genitori.

La società liquida sta facendo sciogliere anche gli amministratori. Lo dimostra anche il tipo di amministrare il paese. La mancanza di amore verso il paese è sotto gli occhi di tutti. Un Consiglio Comunale furbesco che evita la discussione su un bilancio consuntivo del Comune è la dimostrazione che non si vuole la coesione sociale e l’elaborazione delle spese effettuate a nome dei cittadini.

Il parcheggio vuoto al Jolly mette in mostra la mancanza di programmazione.

Chi avrebbe bandito una gara per l’appalto delle strisce blu senza pensare che costruendo un parcheggio non si sarebbe potuto mettere il divieto di sosta sulle traverse di Via Roma? Ed ancora più grave è che non si riesca a fare un accordo con la ditta appaltatrice del servizio per realizzare l’isola pedonale e la sosta delle auto nel parcheggio. Quando gli interessi non vanno in direzione del bene del paese avviene anche che un geometra ed il suo architetto guida, si svegliano una mattina e chissà’ per quale motivo vogliono piazzare una baracca al Lido.

Annuncio

Chissà se ad inizio stagione i nostri amministratori saranno riusciti a darci un Comune più vivibile.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close