LE OPINIONI

Sotto Tiro di Mizar La pista ciclabile

Avremo una pista ciclabile in pineta. Che senso ha, caro Sindaco? Credevamo che la ormai scienza della mobilità fosse stata acquisita anche da questa amministrazione comunale. La pista doveva essere l’avvio per una mobilità alternativa. Invece la chiudiamo in una pineta che doveva dare ossigeno ai cittadini ed al paese. Ci eravamo illusi che la pista fosse tracciata sul percorso Ischia Ponte/Porto eliminando la sosta delle auto. Invece avremo un circuito minimale in pineta e forse visto come siamo fatti noi ischitani anche una pista di motocross insieme alle biciclette.

Il Sindaco dice di voler colloquiare con i cittadini. Quale migliore occasione per convocare una assemblea in sala comunale per illustrare il progetto e discuterne

Io sto con Enzo e con gli sforzi che mette in campo ma non è accettabile condividere la mediocrità del progetto pista ciclabile e sistemazione bocca vecchia del porto.

Non si può più accettare la mancanza di una visione del futuro come espressa dagli uomini che circondano il Sindaco. Due sono le cose e bisogna chiarirle. O è Enzo Ferrandino che non è all’altezza di guidare il paese o sono incapaci di consigliarlo e dargli una mano a non commettere le sbavature che commettono i “chiattilli” consiglieri comunali e la Giunta.

Il paese non può più sopportare la mancanza di una visione moderna del futuro.

La logica delle strisce blu a valle di Fondo bosso va battuta. Il Comune ha un bilancio annuale di 28 milioni. E’ mai possibile non razionalizzarlo per un progetto intelligente che trasformi il paese in una oasi di alta vivibilità? Il 70% dei cittadini vivono a valle di Fondo Bosso. Il 95% delle attività turistiche sono a valle di Fondo bosso. Questo non dice niente ai nostri amministratori?

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close