LE OPINIONI

Sotto Tiro di Mizar L’agricoltura ad Ischia

Recentemente in Germania si è tenuto un convegno sul futuro mondiale dell’agricoltura. Lo ha organizzato la Bayer/Monsanto leader mondiale in molti settori dell’agricoltura. Il settore scientifico di questa società ha decine di progetti innovativi relativi ai settori di frutta, viti, ortaggi e piante in generale. E’ sconfortante che nessuno dei sei sindaci, decine di assessori, qualche centinaia di consiglieri comunali, trovino un po’ di tempo per dare un futuro all’agricoltura della nostra isola che potrebbe dare lavoro ed essere di supporto,con prodotti genuini,al nostro turismo.

Siamo partiti dal recupero dei terreni incolti, vorremmo arrivare ad avere una isola agricola libera da pesticidi inquinanti ma immune da malattie. Abbiamo produttori di vino che stanno acquistando e fittando una enorme quantità di terreni; abbiamo tantissimi ischitani che coltivano i terreni in proprio, abbiamo dirigenti di sindacati dell’agricoltura di tutto rispetto. Perché manca un coordinamento da parte di uno dei comuni, o in rappresentanza di tutti e sei i comuni, nelle amministrazioni comunali?

L’agricoltura deve essere il supporto naturale all’industria del turismo. Ho pregato Luca D’Ambra, Presidente dell’Associazione albergatori, di convincere 50 suoi iscritti ad affittare terreni incolti per avere prodotti locali per i turisti. E salvare il territorio. Chi mi aiuta a convincerlo a portare avanti questo progetto?

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllare Anche

Close
Back to top button
Close