LE OPINIONI

Sotto Tiro di Mizar Lavorare ad Ischia

Un ragazzino di 18 anni decide questa estate di fare una esperienza lavorativa in un ristorante dell’isola. Immaginate il ragazzo alla prima esperienza lavorativa. Entra e viene immesso immediatamente nel servizio ai tavoli. Il ragazzo si accorge che a comandare nel ristorante sono il proprietario ed il vecchio cameriere. Si accorge anche che dagli ordini contrastanti che riceve tra i due vi è una specie di guerra fredda. La disorganizzazione è enorme perché non esiste un sistema di trasmissione tra cucina e sala tanto che i camerieri non sanno il più delle volte a chi portare una comanda non coincidente chi prende l’ordine e chi lo esegue.

La pulizia e l’igiene lasciano a desiderare. Si prende con le mani il dolce da portare dopo mezz’ora al cliente. Le ore lavorative, circa 15, sono da svolgere in due turni uno mattutino ed uno notturno. La paga senza assicurazione 800 euro mensili senza riposo settimanale Sette giorni ed il ragazzo italiano arrivato da poco in patria scappa.

Ambrogio Mattera mi manda un wattsapp nel quale annuncia una sua iniziativa a favore di giovani che vogliono fare esperienza attraverso lavoro e studio. Ha fatto un accordo con una società svedese che propone a giovani ischitani una opportunità di lavoro/studio a Stoccolma. Sentite. Lavoro 220 ore mensili in sei giorni, più studio di svedese e inglese. Vitto ed alloggio gratuito più viaggio aereo andata e ritorno. Durata mesi 6. Alla fine del corso il partecipante avrà sviluppato competenze in base a turismo incoming, imparare ad imparare, competenze sociali e civiche, spirito di iniziativa e imprenditorialità ecc. ecc. Forse gli svedesi formeranno i nostri giovani’

Il contatto con Ambrogio Mattera è: ambmatte@libero.it. Grazie Gino.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker