LE OPINIONI

Sotto Tiro di Mizar Le associazioni degli albergatori

Luca D’Ambra e Giancarlo Carriero sono tra le poche persone sull’isola che possono dare al turismo la svolta necessaria all’isola per non decadere completamente. E’ opinione corrente nell’isola che gli associati che rappresentano non sono, nella maggioranza, persone adatte a creare sinergia. Pertanto lo sforzo dei due deve partire dall’educare i propri iscritti alle più elementari basi di come si crea un prodotto e lo si vende in questo momento storico di un mercato globalizzato.

Luca D’Ambra vuole creare un rebranding. Giancarlo Carriero vuole allungare la stagione turistica. Due iniziative che hanno bisogno di un DMO DestinationManegement Organization che sappia organizzare …..attrazioni, accesso, marketing, risorse umane, immagini e prezzi. Gli obbiettivi, necessari, dei due, non possono prescindere da un organismo del genere. Abitualmente il DMO deve avere come punto di riferimento le pubbliche amministrazioni. Nel 1981 alla Fortezza Da Basso a Firenze partecipai al primo congresso delle strutture extralberghiere. In quell’anno avevo catalogato nel mio computer oltre 1300 appartamenti da fittare, sparsi nell’isola. Ebbene alla fiera fu invitato il Convention Bureau di San Francisco i cui rappresentanti illustravano quello che facevano.

Ritornai ad Ischia pensando di trovare persone che volevano entrare nella modernità

Trovai albergatori e politici che, pieni di soldi, pensavano di sapere tutto. A distanza di 40 anni dobbiamo ancora implorare persone per bene come Luca D’Ambra e Giancarlo Carriero a darsi da fare per tentare di mettere insieme un pò di albergatori ed amministratori per evitare di finire nel nulla.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close