Statistiche
LE OPINIONI

Sotto Tiro di Mizar Libertà e Democrazia

Giovedì sono stato alla riunione di Libertà e Democrazia di Aldo Presutti. Iniziativa ottima dove il promotore ha inteso offrire ai cittadini da parte di esperti il canovaccio per la soluzione di tanti problemi che attanagliano la comunità. Parliamo dello smaltimento rifiuti, uno dei temi affrontati. La ditta Piromak rappresentata dall’ing. Domenico Tanfoglio ha parlato del sistema che sfruttano il principio della piroscissione, un processo di bruciatura in assenza di ossigeno, che permette la trasformazione della spazzatura attraverso macchinari inventati in materiali riutilizzabili. E’ stato chiesto all’ingegnere di fare una ipotesi per lo smaltimento e rigenerazione di 400 tonnellate di spazzatura al giorno. In linea di massima, ha detto l’ingegnere, necessitano macchine per un costo di 80 milioni di euro. Più uno stabilimento di circa 10.000 metri quadri.

Senza entrare nel merito di quanti di questi impianti siano stati costruiti in Italia o nel mondo e con quali risultati, ho dovuto constatare che forse questo progetto non era adatto all’isola. Vedremo in seguito cosa ne pensa l’ottimo Presutti. Ma a me cittadino viene in mente come la soluzione di mandare a Napoli, negli anni 80, la nostra spazzatura era la soluzione più ecologica per l’isola anche visti i costi accettabili. In questi anni con il raffinarsi delle tecniche e la riduzione dei costi di gestione a differenza del continente, le nostre tasse sulla spazzatura risultano tra le più alte d’Italia. Dunque quale potrebbe essere una soluzione per l’isola? Sicuramente un piano industriale per tutta l’isola che razionalizzi i costi di raccolta. Poi il fitto di una nave o l’accordo con qualche armatore per un costo di trasporto più equo dell’attuale.

Per non incorrere “nel mio giardino mai” un sistema di vagliatura con la separazione dell’umido, da mandare sempre in terraferma, dovrebbe essere svolto nell’isola. Una rappresentanza dei Sindaci dell’isola si è recata a visitare un impianto vicino Roma. Risultato: un apparato ben fatto e pulito. Puzzava terribilmente. Riflettiamo.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button