LE OPINIONI

Sotto Tiro di Mizar Mi viene da ridere

Leggo le amenità di Luca D’Ambra sui fitti in nero nell’extralberghiero. Dispiace che debba per la seconda volta non accettare l’impostazione del mio amico Luca, delle problematiche che affronta. Non mi allineo alla critica che Riccardo Sepe Visconti fa su facebook agli albergatori per la scelta di Luca, l’anno scorso, a presidente, perché Luca è stato scelto democraticamente e almeno nel programma dava maggiore affidabilità al tipo di imprenditoria esistente nell’isola. Il problema dell’extralberghiero si basa su una realtà nuova. La gente non ama più, come un tempo, l’albergo e preferisce una vacanza diversa da quella passata al chiuso in un albergo anche se nel tutto compreso non superi il prezzo dei trenta euro. Farebbe bene il nostro presidente degli albergatori a prenderne atto.

Voglio ricordare a Luca che 40 anni fa con Enzo Mazzella io e Carmine Bernardo tentammo di regolamentare il settore ed i maggiori nemici furono gli albergatori che infilavano, senza pagare le tasse, l’overbooking, che allora era enorme, negli appartamenti degli ischitani. Per cui bisognerebbe farsi prendere dall’oblio per stare zitti.

Parliamo dell’evasione delle tasse. Il Comune di Ischia deve riscuotere per mancanza di pagamento oltre 40 milioni di tasse comunali. Siccome non riusciamo ad avere dati certi, vorrei pregare Luca, di rivolgersi ai sei Sindaci per farci sapere, come dati aggregati, quanti sono gli albergatori che non pagano le tasse comunali e quanti milioni, per il sistema clientelare esistente, sono andate in prescrizione.

Caro Luca, più volte ti ho esortato a spingere gli iscritti al tuo sindacato a guardare oltre il proprio naso. Ischia ha bisogno di un prodotto diverso e se lo propone l’extralberghiero non vi lamentate. Ischia ha bisogno di pace sociale e se i tuoi albergatori non la smettono di “possedere” come cosa  propria il turista ne vedremo delle belle. Apprezzo lo sforzo che fai per proiettare i tuoi iscritti oltre la loro miope visione ma non sarà un ottimo marketing a salvarci. Occorre uno sforzo d’insieme partendo dalla divisione del bottino

E’ vero che l’industria alberghiera ad Ischia non naviga nell’oro ma continuando a non fissare obbiettivi concreti e possibili la situazione non evolverà. Meraviglia che Enzo Ferrandino dica che combatte l’evasione nell’extralberghiero.Ma cosa fa per riscuotere la montagna di milioni di euro in tasse non pagate? Si rende conto che con una parte di quei soldi si potrebbe rimettere in corsa  l’economia ?

Annuncio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close