Statistiche
LE OPINIONI

Sotto Tiro di Mizar Perché Ischia muore

Tutto ciò che si vede e si osserva sta dimostrando che la società italiana non ha più l’anima di nazione fondata sul lavoro e la democrazia, ma su un insieme di situazioni difficilmente comprensibili e risolvibili. Senza testa e senza coda. Ognuno va pe fatti suoi. Il Titanic che affonda? Diciamo così.

Trasferendo le osservazioni su Ischia ti rendi conto che siamo lo specchio della nazione. Che futuro vogliamo dare all’isola? Guardiamo Ischia attraverso isei PUC. PIANI URBANISTICI COMUNALI. Ogni comune vuole la sua programmazione e non ci accorgiamo del fallimento che produrremo.

Scorrendo la stampa locale su quello che i Puccontengono, ti accorgi che solo alcune linee guide, proposte per Barano dallo Studio Ferrara, sarebbero da prendere in considerazione. Ciò però dovrebbe avvenire per l’intera isola per avere una visione d’insieme e una isola che non ha una serie di cose simili tra Comuni ma tante cose uniche per creare sinergie.

Lo studio Ferrara suggerisce addirittura la crescita demografica a zeroper non diventare un’isola periferia di Napoli.

Che prodotto turistico potremo ancora offrire con queste prospettive e con il livello culturale degli attuali amministratori isolani che vogliono mettere in atto questi sei Puc? Scusatemi ma vi devo dire come la penso io. Ischia deve razionalizzare il patrimonio immobiliare esistente, non deve più consumare suolo per nuove costruzioni, deve ridurre a 10.000 le auto in circolazione con un sistema di mobilità che le tecniche moderne sanno fare, recuperare i terreni incolti e rendere Ischia un giardino senza uso di prodotti chimici in agricoltura e saponi non biodegradabili che eviterebbero l’inquinamento del mare.

Ads

In parole povere conservare quello che è ancora rimasto dell’isola di successo degli anni passati adattata con i mezzi della moderna scienza.

Ads

Il turismo del futuro sarà ecocompatibile e solo facendo diventare l’isola una oasi di serenità ed un “luogo dell’anima” e di“atmosfere” unite alle bellezze che ancora esistono sull’isola potremmo proiettarci verso un futuro sereno.

Articoli Correlati

5 1 vota
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x