LE OPINIONI

Sotto Tiro di Mizar Ritornano

La cingallegra è ritornata ed ha sostato per un mese in piazza degli Eroi. Le piaceva guardarsi nello specchio dell’auto di Peppino. E’ partita un giorno prima del grande freddo. Ma sono arrivati i figli di Ischia sparsi nel mondo. Ho rivisto il ragazzo partito da Ischia tre anni fa per andare a fare il cameriere a New York e che invece è diventato il capo di trecento impiegati di una società di logistica worldwide. Anche l’ingegnere assunto due anni fa in Australia come disegnatore ora dirige l’ufficio progettazione della società di costruzione. La ragazza mingherlina laureata in giurisprudenza ha fatto il botto grosso chiudendo un contenzioso di centinaia di milioni di euro in favore della banca inglese per la quale lavorava e ricevendo in cambio il posto di responsabile legale della sede italiana.

Invece di ritorno da Dubai, passa le feste ad Ischia, l’ingegnere che costruisce per gli arabi compressori di alta qualità. Il biologo marino che insegna in una prestigiosa università americana è stato di transito per poi spostarsi in Svezia e Norvegia per tenervi conferenze sulla quantità di pesci ancora vivi (forse per poco) nei mari del mondo. Invece la geologa marina è ripatita in fretta. Dopo una borsa di studio in una Università tedesca un posto da senior per sistemare un cavo di fibra ottica tra l’Europa e l’isola di Sant’Elena se l’è proprio meritato. Quest’anno non ho visto la ragazza capo marketing della famosa casa di moda italiana che la manda in giro per il mondo. Saràalle Maldive.

Ho visto però i giovani impegnati a Firenze come architetto e la ragazza che insegna lingue all’università di Bologna. Ho intravisto anche un dirigente del Catasto diventato responsabile nazionale di un settore già impiegato in uffici tecnici comunali dell’isola con poca fortuna.

Ho incontrato anche un ex commerciante ischitano che qualche hanno fa prevedendo la crisi del commercio ad Ischia è finito in Cina dove ha aperto 3 ristoranti di cucina italiana.

Perché ho scritto questo articolo? Forse per farvi riflettere un po’. Forse.

Ads

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button