LE OPINIONI

Sotto Tiro di Mizar Una bella sorpresa

Mercoledì scorso al bar Calise ho assistito ad una bella scena. Erano presenti i rappresentanti locali della legalità. Quattro giovani ufficiali che rappresentano la legalità dello Stato nell’isola. Quattro bei giovani a capo di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Guardia Costiera. Ho avuto l’impressione che il più anziano come presenza sull’isola, il Comandante dei Carabinieri, volesse mostrare ai cittadini l’aspetto positivo di uno Stato che da pochi giorni, nelle elezioni amministrative a Lacco Ameno, aveva nella parte politica/amministrativa,data la dimostrazionereale della società ischitana mettendo in evidenza le schifezze di una classe dirigente opaca e quasi delinquenziale. Si toccava con le mani la differenza tra loro e chi aveva dimenticato i canoni basilari del “Comandare”

L’insieme era di una bellezza non facilmente riscontrabile nell’’isola della bellezza. La speranza che con l’aiuto della legalità si potrebbe dare una svolta alla decadenza morale che questa classe amministrativa sta mettendo in atto era evidente. La scossa del cambiamento avvenuta a Lacco Ameno, se fosse reale, potrebbe innescare una spirale virtuosa per il cambiamento. Passare dalla politica clientelare alla certezza del diritto e trasparenza della politica amministrativa, con questi 4 giovani che rappresentano la legalità, è possibile. Viene spontaneo chiedersi perché quattro giovani Comandanti riescono a stare insieme per obiettivi positivi mentre i sei Sindaci stanno insieme per altri motivi il più delle volte.

Articoli Correlati

Un commento

Rispondi

Back to top button