Statistiche
ARCHIVIO 2

Sotto Tiro – Enzo Ferrandino

Credo che Enzo Ferrandino si riferisse a me nell’articolo di Domenica mattina, scrivendo del polemista della stampa locale, su IL GOLFO. Alcune precisazioni. Non mi ritengo un polemista ma un cittadino che ama il suo
paese. L’attacco a tutte la Amministrazioni, sempre elette con il mio voto, a partire dal Sindaco Buono fino a Ferrandino lo dovrebbe dimostrare. Niente ricerca di pagnotte. Il ruolo della stampa locale è quello di mettere in evidenza ciò che di negativo per il paese attua chi comanda. Tutto ciò che fa un pubblico amministratore di buono è un atto dovuto. Il pubblico amministratore accetta la critica e trasforma in atti concreti i suggerimenti che arrivano dai cittadini e dalla stampa che senza partito preso tenta di interpretarli. Detto questo dal lungo articolo di Enzo vengono fuori alcuni aspetti che il pur lodevole sforzo del nostro vice sindaco ci costringe ad analizzare. Lui si propone, alle prossime elezioni, di continuare ad amministrare il Comune come fatto finora?
Il lungo elenco di cose fatte è quello di cui Ischia ha bisogno? Intanto se i compagni di ventura saranno gli attuali consiglieri e assessori povera Ischia. Collaboro con uno dei gruppi che vogliono abbandonare la becera visione amministrativa degli ultimi anni e forse il progetto che si sta creando soddisferà i cittadini di Ischia. La dotta citazione di Charles Schwab non mi piace. Potrebbe essere valida se l’amministratore facesse partecipare i cittadini alle scelte e non scegliesse di operare solo in forma clientelare. E’ noto ad Enzo la vergogna della chiusura del Circolo del PD non operativo non si sa perché.Credevo che con la nomina a vice sindaco di Enzo avemmo dato la svolta al Comune. Purtroppo se fossi Grillo direi che abbiamo visto un ologramma di Giosi. E questo dispiace perchè in Enzo vedevamo un onesto democristiano, moderato ed equilibrato, che avrebbe capito dove il Comune era precipitato.

Articoli Correlati

Rispondi

Controllare Anche
Close
Back to top button