ARCHIVIO 2

Sotto Tiro – Il traffico sull’isola

Giosi Ferrandino in una recente intervista ha messo tra le priorità dei problemi di Ischia il traffico veicolare. In verità negli ultimi mesi si è avuto una recrudescenza del fenomeno che sta rendendo  ancora più difficile la vivibilità nel nostro territorio, sia ai residenti che ai turisti.

La mobilità e il tempo di percorrenza per raggiungere la destinazione stanno diventando quelli di città metropolitane a traffico intenso e mal organizzato (vedi Napoli). L’idea di isola è quasi completamente svanita in noi isolani ma quello che è più grave, come appena sottolineato,  è l’impatto negativo che questo concetto riflette su chi sceglie Ischia come meta della propria vacanza.

Giosi Ferrandino in nove anni di amministrazione ad Ischia e cinque a Casamicciola non ha mai affrontato il problema ed ora lo delega ai futuri amministratori, dovendo necessariamente passare la mano il prossimo anno. Ma è risolvibile in pratica il problema? Abbiamo circa 63.000 mezzi di trasporto sull’isola. Una enormità. Si privilegia il trasporto privato e anche per le carenze della Regione nella gestione EAV molti cittadini sono costretti a regolarsi di conseguenza utilizzando i propri veicoli. Per mancanza di dati non sappiamo se l’inquinamento atmosferico da tubi di scarico esiste o meno sull’isola o meglio non conosciamo le dimensioni del fenomeno. Targhe alterne ed altri palliativi sarebbero sicuramente di scarso successo.

Ed allora?Tutti i Comuni dell’isola conferiscano un incarico a qualche università e vediamo tra otto-nove mesi cosa ne viene fuori. Le domande alle quali rispondere sono tante. Mobilità ecocompatibile, tipi di mezzi da usare, chiusura al traffico di zone per creare vivibilità e tanto altro ancora. Solo così potremmo attrezzarci per ottenere qualche risultato.

Ognuno di noi pensa di avere la soluzione a portata di mano. Ma non è così. Senza studi seri non si va da nessuna parte. Salvo far circolare solo mezzi pubblici e convincere noi isolani che l’auto serve solo per andare fuori da Ischia. Un’ isola slow, Vi sembra inverosimile?

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllare Anche

Close
Back to top button
Close