Statistiche
ARCHIVIO 2ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Sotto Tiro – Pippo non ritorna

Bello il video del pettirosso ed il cacciatore. Ma Pippo non torna. Eugenio è in apprensione. Il territorio occupato da 11 anni da Pippo vede la presenza di due altri pettirossi. Questi sono arrivati da una decina di giorni e svolazzano nei dintorni della stalla del cavallo e scacciano dai dintorni altri piccoli uccellini che vanno a beccare quello che Eugenio mette a loro disposizione.

Eugenio si è informato  sulla durata della vita dei pettirossi. Da nove ad undici anni.Qualcuno può arrivare a 15. La speranza di Eugenio di rivedere Pippo rimane ancora, ma ha paura che qualche incidente sia potuto capitare all’uccellino.

Conosco un sacco di cacciatori che amano gli uccelli. Conosco un sacco di cacciatori che seguono le leggi che disciplinano la caccia. Due cose. La prima: come si fa a sparare a pettirossi, rondini, vulanenne e fucetole? E la seconda, che capisco bene è l’ansia che prende il cacciatore che ama gli uccelli quando preme il grilletto e  dirige la sua bomba atomica verso il bersaglietto, come direbbe De Luca.

E’ difficile capire la mentalità del cacciatore moderno. Una volta si cacciava anche per sfamarsi. Ricordo quando da ragazzo seguendo a San Pancrazio papà ed i miei zii cacciatori tra tortore e quaglie si mangiava una intera famiglia. O quando a Piano Liguori in una mattinata favorevole si arrivava a prendere con le trappole anche 400 coda bianche, codarosse, zip, crastechi ed altri migratori. E ricordo mia nonna e le zie che spennavano per ore questi uccelletti che diventavano un piatto prelibato sul quale ci avventavamo in tanti.

Ma i tempi avrebbero dovuto cambiare. Forse la caccia resiste perchè l’aggressività umana è insita in noi ?

Ads

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x