ARCHIVIO 2

Sotto Tiro – Una bella storia

E semplare. Lucia e Vito alla fine degli anni quaranta del 1900 emigrarono in Argentina. Prima il marito e poi Lucia con un bambino nato appena tre mesi prima. L’Argentina alla fine della guerra mondiale era una terra ricca per aver accumulato tanta ricchezza per i rifornimenti alimentari agli Stati che si facevano la guerra. Ischia viveva ancora di pesca ed agricoltura con pochi spazi per il commercio. Tanta fame in giro. Rimaneva per tante persone che avevano sofferto anche la fame o navigare o emigrare. Si emigrava in Belgio ed Inghilterra per le miniere di carbone,in Germania per i lavori nell’industria che si stava riprendendo, in
Australia in cerca di avventura vera. Era così immensa l’Australia che potevi sognare di fare tutto. Era più difficile andare negli Stati Uniti ed in Canadà. Occorreva il cosiddetto “atto di richiamo” da parte di un già cittadino americano magari parente. Il più delle volte si sbarcava in questi paesi da clandestino. Lo facevano per lo più i marinai o chi riusciva a nascondersi nei doppifondi di navi che partivano per l’AMERICA. I clandestini in America erano tollerati e la polizia pur sapendo che eri clandestino, se ti comportavi bene, faceva finta di non accorgersi di niente. Un matrimonio con una cittadina americana quasi sempre ti salvava
dalla clandestinità. Furono centinaia di migliaia gli italiani che partirono dopo la seconda guerra mondiale.
E’ molto strano che ora tanti italiani abbiano dimenticato queste cose e si accaniscono contro quelli che vengono ora da noi. Tornando a Lucia e Vito la loro vita all’inizio fu difficilissima. Negli anni a seguire riuscirono a tornare ad Ischia 3 volte. Lucia diceva sempre ai familiari rimasti a Forio che lei il giorno viveva in Argentina e la notte a Ischia. Prima di morire alla figlia Susanna chiese di voler essere sepolta nella cappella di famiglia di Forio. Susanna ha conservato l’ampolla con le ceneri della madre per trentacinque anni in casa e lunedì ha potuto, dopo una bella cerimonia religiosa, presenti tutti i parenti, inumarla. Quando i valori hanno ancora un senso.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close