CRONACAPRIMO PIANO

Spaccio on the beach, nuovo arresto per Modou Seck

Il giovane baranese è stato sorpreso e fermato dagli agenti del commissariato di polizia subito dopo aver ceduto 2 dosi di stupefacente ad un giovane ed aver incassato 20 euro: addosso aveva 12 grammi di hashish, nei suoi confronti il sostituto procuratore di turno ha disposto la celebrazione del processo per direttissima

E’ finito nuovamente in manette dopo essere stato colto con le “mani nella marmellata” dagli agenti del commissariato di polizia di Ischia, guidati dal vicequestore Ciro Re. Parliamo di un giovane eppure già decisamente conosciuto alle forze dell’ordine, il ventunenne baranese Moudu Seck, che è stato arrestato con l’accusa di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti. L’operazione dei poliziotti ha avuto inizio in maniera quasi casuale quando un agente libero dal servizio transitando in via Francesco Buonocore a Ischia notava un gruppo di ragazzi sostare nella zona dove insistono i gabbiotti abitualmente utilizzati dai pescatori in prossimità del passaggio pedonale che conduce alla spiaggia pubblica. All’interno del predetto gruppo veniva notato proprio il Seck e questo chiaramente insospettiva non poco il tutore dell’ordine dal momento che il giovane è stato più volte deferito all’autorità giudiziaria per violazioni in materia di stupefacenti e addirittura aveva collezionato un arresto eseguito dai carabinieri di Ischia meno di un mese fa ossia lo scorso 23 maggio quando il classe 2003 finì in manette a seguito di una violentissima rissa e a seguito di una perquisizione domiciliare fu rinvenuto un quantitativo di stupefacenti presso la sua abitazione.

Il 21enne era già finito in manette lo scorso 23 maggio a seguito della violenta rissa scatenatasi all’interno dell’ufficio postale di Ischia: anche in quel caso, a seguito di perquisizione domiciliare, fu rinvenuta e sequestrata droga dai carabinieri

A questo punto il poliziotto decideva di capire cosa stesse succedendo e ne approfittava, favorito anche dal buio che intanto iniziava a incombere, per seguire gli sviluppi nascondendosi dietro alcune barche. Di fatto improvvisava quello che in gergo viene definito servizio di osservazione senza mai perdere di vista il suo obiettivo, ossia il gruppo di ragazzi. Tutto questo, ovviamente, chiedendo il supporto anche di una volante. Il personale diretto dal vicequestore Ciro Re notava anche la presenza di un “palo” che faceva costantemente il giro dell’isolato per accertarsi che la zona fosse bonificata e cioè che non ci fossero presenze ed occhi poco graditi. La svolta arrivava poco prima delle 22 quando giungeva sul posto un ragazzo che dopo aver ricevuto verosimilmente sostanza stupefacente consegnava una banconota al Seck. Il baranese veniva subito fermato e trovato in possesso di 12 grammi di sostanza stupefacente tipo hashish, mentre l’acquirente una volta bloccato consegnava spontaneamente due dosi di “fumo”, quelle per l’appunto appena acquistate. Una volta condotto presso gli accertamenti di rito, Modou Seck veniva tratto in arresto: il sostituto procuratore di turno ne ha disposto la custodia agli arresti domiciliari ed il successivo processo per direttissima.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex