ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Spaccio, udienza di convalida per Salvatore Mattera

ISCHIA. Si è svolta ieri mattina, dinanzi al Gip Finamore, l’udienza di convalida d’arresto per Salvatore Mattera, il quarantenne foriano che era stato tratto in arresto dai Carabinieri della Compagnia di Ischia, guidati dal capitano Angelo Pio Mitrione, nell’ambito di una vasta operazione tesa a prevenire e reprimere il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti sull’isola. L’arresto era avvenuto nella tarda serata di giovedì a Forio, quando  il  Mattera, personaggio già noto alle forze dell’ordine e peraltro attualmente sottoposto all’obbligo di presentazione alla pg perché giudicabile per contrabbando di sigarette, era stato bloccato mentre prelevava droga da una vettura, e poi trovato in possesso di 14,5 grammi di cocaina, 107,7 di hashish, 2 bilancini elettronici e materiale per il confezionamento. L’isolano era stato tradotto nel carcere di Poggioreale, e ieri si è presentato dinanzi al giudice, assistito dall’avvocato Vincenzo Carrano. Durante l’udienza Mattera ha ammesso gli addebiti, visti gli indizi schiaccianti raccolti dalle forze dell’ordine. Di fronte alla richiesta del pubblico ministero, che ha invocato il mantenimento della custodia cautelare in carcere, la difesa ha chiesto una misura cautelare meno afflittiva, come potrebbero essere gli arresti domiciliari nella città di Napoli. La decisione del giudice si conoscerà nelle prossime ore, data la sospensione delle attività giudiziarie nel fine settimana. L’attività dei militari dell’Arma nasce da una serie di attività che avevano portato gli inquirenti a supporre che a Forio fosse stata creata una piazza di spaccio gestita da personaggi napoletani dediti alla cessione di cocaina e hashish. I soggetti in questione venivano identificati nei componenti di una famiglia residente da alcuni anni in via Curto, nucleo familiare guidato da un uomo e una donna. L’abitazione in questione era dunque tenuta d’occhio da tempo dai militari dell’Arma. Nel corso dell’operazione lanciata dai Carabinieri era stata denunciata anche una 43enne del luogo già nota alle forze dell’ordine, vicina al 40enne, che era stata trovata in possesso di un grammo di hashish, 300 euro in banconote di vario taglio e di un attrezzo multiuso usato per il taglio dello stupefacente. La donna se l’è cavata con una denuncia in stato di libertà all’autorità giudiziaria.

 

 

 

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button