CRONACAPRIMO PIANO

Spiagge off limits a Ferragosto anche per Barano e Forio

In linea con quanto disposto e deciso da Enzo Ferrandino, anche gli enti guidati da Gaudioso e Del Deo vietano falò, bivacchi e festicciole sugli arenili

In passato ne sono successe davvero di tutti i colori nelle spiagge isolane durante i festeggiamenti di Ferragosto. Circostanze che hanno costretto i comuni dell’isola che ospitano le spiagge più belle e invitanti del territorio a correre ai ripari ed evitare che gli arenili diventino ricettacolo di eccessi, cattiva educazione e di numerosi coma etilici. Dopo le spiagge ischitane anche quella di Cava dell’isola e dei Maronti saranno off-limits ai festeggiamenti sfrenati previsti per Ferragosto. I comuni guidati da Dionigi Gaudioso e Francesco Del Deo seguono l’esempio di Enzo Ferrandino precludendo l’accesso alle spiagge ai festeggiamenti non autorizzati. No a falò, bivacchi sulla spiaggia, musica assordante e consumo di bibite alcoliche su tutti gli arenili del comune capoluogo.

A Caava dell’isola è prevista l’interdizione alla sosta e all’accesso e a qualsiasi forma di campeggio bivacco e l’accensione di fuochi e naturalmente trasporto di materiale infiammabile dalle 21 del 14 agosto fino alle ore 08.00 del 15 agosto.e anche dalle 21 del 15 agosto fino alle 08.00 del 16. Stessa ordinanza anche per la spiaggia di Barano anche se limitata soltanto alla serata che abbraccia le giornate del 15 e 16 agosto. Presso l’arenile baranese sarà vietato vendere bevande in vetro o in lattina a partire dalle 18.00 fino alle 08.00 del mattino. Nella stessa fascia oraria è fatto divieto di trasporto e accensione di fuochi, divieto di uso e consumo di bevande alcoliche, divieto di installazione di tende e di diffusione sonora, salvo gli autorizzati. Le sanzioni per chi verrà trovato a trasportare legna o alcolici in spiaggia potrebbero raggiungere anche la cifra di 3.000 euro.

Un’ordinanza che, assieme a quelle di Barano e Forio, spezza il regno di anarchia che ogni anno tiranneggia sugli arenili di tutta l’isola d’Ischia portando scompiglio e pericolo sulle spiagge, senza contare le condizioni igienico sanitarie davvero al limite della decenza che puntualmente, il mattino del 16 agosto, si è costretti a fronteggiare non appena i raggi del sole illuminano il day-after dei festeggiamenti. Immondizia disseminata dappertutto e decine di reduci dei bagordi che smaltiscono gli eccessi dei festeggiamenti in riva mare, mentre le famigliole si recano di buon ora a godere del sole di primo mattino.

La Polizia Locale di Ischia, contemporaneamente ai controlli che saranno effettuati presso la spiaggia dei Maronti e quella di Cava dell’isola, si assicurerà quindi che non vengano accesi fuochi sulle spiagge e non si ecceda col frastuono attraverso mezzi di diffusione sonora, come casse delle stereo o ogni tipo di amplificatore. I provvedimenti si è reso necessario a seguito dei notevoli problemi che ogni anno le amministrazioni sono costrette a fronteggiare il mattino dopo dei festeggiamenti del 15 agosto, una data che soprattutto in spiaggia è sempre stata protagonista di eccessi che mal di declinano con un’isola a vocazione turistica, arrecando notevoli danni soprattutto ai villeggianti in cerca di relax e tranquillità.

Annuncio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close