CRONACA

Spiagge sicure, raffiche di sequestri e sanzioni

Il Ministero dell’Interno ha reso noto il bilancio al 1 agosto, tra i Comuni finanziati anche Casamicciola e Lacco Ameno

Al 1° agosto il bilancio 2019 dell’operazione Spiagge Sicure in Campania è di 4.192 beni sequestrati per circa 17 mila euro di valore, 560 le sanzioni comminate. 49 le assunzioni di personale stagionale della polizia locale, 1000 le ore di straordinario effettuato, per un totale di spesa di circa 184 mila euro. 72 mila euro le spese per i mezzi, tra cui diversi veicoli elettrici.

Sono i numeri diffusi dal Ministero dell’Interno che ricorda poi come sono 14 i Comuni beneficiati: 588 mila euro di finanziamento sono andati a Capri, Casamicciola Terme, Lacco Ameno, Massa Lubrense, Piano di Sorrento, Sant’Agnello e Vico Equense, in provincia di Napoli e Amalfi, Ascea, Centola, Maiori, Pisciotta, Positano e Ravello, in provincia di Salerno. I comuni della Campania rientrano tra i 100 individuati e finanziati in tutt’Italia per 4,2 milioni con i fondi stanziati dal Viminale per Spiagge sicure – Estate 2019. Il progetto terminerà il 15 settembre. A riguardo il ministro Matteo Salvini ha dichiarato: “Iniziative come Laghi Sicuri e Spiagge Sicure confermano l’attenzione agli enti locali e alle attività commerciali regolari. Sono orgoglioso del lavoro fatto, e soprattutto di quello che ancora faremo per la sicurezza degli italiani”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close