Statistiche
ARCHIVIO 3

Stanziola prepara le sue “memorie”

Di Mauro Iovino

BARANO – Antonio Stanziola è rinchiuso in una cella del padiglione “Venezia” del carcere di Poggioreale e dopo l’interrogatorio di garanzia avuto nella giornata di lunedì – di cui Il Golfo24.it ne ha dato anticipazione in esclusiva già nel tardo pomeriggio di lunedì scorso – ha iniziato a scrivere a mano una memoria difensiva. L’interrogatorio di lunedì scorso è stato abbastanza veloce, un’oretta il confronto con i magistrati, e la scelta della difesa rappresentata dall’avvocato Cesare Patroni Griffi, è stata quella di mettere nero su bianco. Un ulteriore confronto con i magistrati dovrebbe esserci nella giornata di martedì prossimo. A tale appuntamento Stanziola e l’avvocato Patroni Griffi si presenteranno con una corposa memoria difensiva che possa dare in modo particolareggiato spiegazioni più idonee e più precise rispetto a tutti i fatti contestati nell’ordinanza di custodia cautelare eseguita dai carabinieri all’alba di venerdì scorso.

“Una cosa è certa – ha affermato il difensore Patroni Griffi – il Tenente Antonio Stanziola sosterrà fino alla fine che non ha preso soldi, come già sostenuto sin dal primo interrogatorio avvenuto a Poggioreale”. Da quanto trapelato dal carcere di Poggioreale, il morale di Antonio Stanziola non sarebbe certamente dei migliori considerata la restrizione cui è sottoposto, ma la ferma volontà di dimostrare la propria innocenza ed estraneità ai fatti ci sarebbe tutta. E questo starebbe tentando di fare Antonio Stanziola nella dettagliata memoria che sta scrivendo in queste ore, a mano.

Dal palazzo di giustizia partenopeo escono altre indiscrezioni che vorrebbero il pubblico ministero Giuseppina Loreto, titolare dell’inchiesta, in piena attività. Il pubblico ministero avrebbe nuovamente sguinzagliato la polizia giudiziaria a caccia di prove, indizi, testimonianze per dare corpo ad ulteriori accuse in ordine ad alcune vicende che non sono state pienamente poste in risalto nell’ordinanza del Gip e che potrebbero provocare altri colpi di scena.

Circostanze queste che non sarebbero ignare ad alcuni protagonisti della vita pubblica e che preoccuperebbero tali soggetti per il possibile svilupparsi di colpi di scena con altre ordinanze di custodia cautelare.

Ads

L'avvocato Cesare Patroni Griffi

Ads

Nella foto l’avvocato Cesare Patroni Griffi

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x