ARCHIVIO 5POLITICA

Stazione dei Carabinieri, rione Genala una possibile alternativa?

di Francesco Castaldi

FORIO – La scorsa settimana, sulle colonne di questo quotidiano, vi abbiamo parlato della lettera inviata dal consigliere di Forio Maria Chiara Conti all’attenzione del sindaco Francesco Del Deo e dei responsabili degli uffici comunali, nella quale la direttrice faceva riferimento all’annosa questione relativa alla nuova collocazione della caserma dei Carabinieri del comune all’ombra del Torrione, il cui personale – come ricorderanno di certo i nostri lettori – è stato allocato da circa due anni presso la stazione di Casamicciola Terme, e ciò in seguito alla chiusura della storica sede di via Matteo Verde.

«In ragione dell’utilità pubblica e della sicurezza della cittadinanza – scriveva la dottoressa Conti nella propria missiva – si invitano i responsabili degli uffici a voler con ogni urgenza predisporre gli atti necessari affinché sia risolta la questione dei locali per la caserma di Forio. In numerosi incontri sembrava che i locali degli ex vigili fossero disponibili e, vista l’offerta di fitto da parte dei vertici dei Carabinieri, potremmo anche iniziare a risolvere entro l’anno la situazione dei fitti passivi sollecitati dal collegio dei revisori dei conti. Il contratto ventennale con il regno di Nettuno, commissariato – sottolineava il consigliere di maggioranza – può essere annullato e le eventuali spese per i lavori rimandate ai due Ministeri. Tale questione può tecnicamente essere condotta dall’ufficio legale, se vogliamo i Carabinieri».

Successivamente la Conti dichiarava a “Il Golfo” che le «è capitato di interagire con i militari dell’Arma per questioni di natura istituzionale. Infatti i carabinieri spesso vengono nella scuola da me diretta per confrontarsi con gli alunni su temi relativi alla legalità. Nell’ambito di queste occasioni, è emersa la necessità di dover provvedere a trovare una soluzione per la caserma. Criticità, quest’ultima, che il sindaco Del Deo mi ha promesso verrà risolta quanto prima. Sembra che adesso si siano trovate delle valide alternative, quindi mi auguro che al più presto i nuovi locali vengano messi a disposizione dell’Arma, perché questo è il vero problema».

«La caserma – proseguiva il consigliere – potrebbe essere allocata all’interno dell’ex comando dei vigili di Forio sito nel rione Genala, che era stato dato in comodato d’uso al regno di Nettuno, che oramai non dovrebbe più averne bisogno. Ci sono delle situazioni tecniche che il comune deve risolvere, delle obbligazioni legate a questa situazione. Spero vivamente che ci sia una reale volontà da parte dell’amministrazione di risolvere il problema, ecco il motivo che mi ha spinto a inviare questa lettera».

Annuncio

A poco più di sette giorni di distanza dall’invio della lettera di Maria Chiara Conti al primo cittadino di Forio Francesco Del Deo, qualcosa sembra essere positivamente mutato. Voci di corridoio sostengono infatti che il sindaco Del Deo abbia incontrato presso la sede del palazzo municipale il gerente della Compagnia dei Carabinieri di Ischia, il capitano Andrea Centrella. Durante l’incontro, avvenuto negli uffici del “Green Flash”, il primo cittadino dell’ente turrito si sarebbe dichiarato disponibile a mettere a disposizione dei militari dell’Arma un locale sito nel rione Genala, inizialmente destinato in comodato d’uso gratuito al Regno di Nettuno, ma che al momento risulta inutilizzato. Un’offerta, quella prospettata dall’ente foriano, con la quale si potrebbe finalmente risolvere una volta e per tutte la questione relativa alla nuova sede della caserma dei Carabinieri. Adesso la “palla” passa ai vertici dell’Arma, che dovranno esprimersi in merito a questa allettante proposta del sindaco Del Deo.

La penuria di militari sul territorio è una problematica molto sentita dai cittadini foriani, e in particolare dal consigliere e dirigente scolastico Maria Chiara Conti, che appena qualche giorno fa aveva dichiarato al nostro quotidiano: «Gestire la cosa pubblica è diventata un’impresa per colpa di tutte queste situazioni che si vengono a creare e che alla fine fanno solo perdere il tempo e la voglia di impegnarsi. Con quello che accade oggigiorno, non posso far altro che esternare tutta la mia più viva preoccupazione. I genitori, infatti, non si rendono conto di ciò che avviene lungo le strade del paese: ragazzini di undici e dodici anni che fumano, ragazzine molto piccole che escono con persone maggiorenni».

«Inutile negarlo – ha affermato la Conti – la strada non è adeguatamente controllata, e ciò a causa del fatto che Forio, che conta oltre quindicimila abitanti, non ha più uno stabile presidio delle forze dell’ordine. Alcuni genitori pensano che, come una volta, si possa andare a giocare nel cortile o stare per strada con la bicicletta in tutta tranquillità. Senza rendersi conto, invece, che non è più così». Non possiamo far altro che auspicare che il ritorno in pianta stabile dei Carabinieri all’ombra del Torrione coincida con un netto miglioramento del tessuto sociale del comune, che negli ultimi anni, come denunciato dalla dottoressa Conti, versa in un insopportabile stato di degrado.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close