Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Stop biocidio, Gigi Lista: «Basta ai soprusi e alle speculazioni di certa politica»

NAPOLI – C’era anche l’attivista e leader dell’associazione “Noi siamo Nessuno” al corteo “Stop biocidio”, che sabato scorso è partito da piazza Mancini per raggiungere palazzo Santa Lucia, sede della Regione Campania. Gigi Lista, insieme ad altre centinaia di persone, ha deciso di scendere in piazza per protestare a gran voce contro coloro che hanno “inquinato la nostra Regione”. Tra i contestati, ovviamente, figura anche l’attuale presidente regionale, lo “sceriffo” di Salerno Vincenzo De Luca. All’indomani dell’imponente manifestazione abbiamo raccolto le impressioni dell’attivista isolano, che ha dichiarato a “Il Golfo”: «Innanzitutto è stata una manifestazione contro il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, che ha fatto scaturire questo corteo sulla questione della Terra dei Fuochi. Napoli, su questa tematica, è scesa più di una volta in piazza. Ricordo che alla manifestazione del 2013 eravamo 200mila persone: si trattò di una vera e propria invasione, da corso Umberto fino a piazza del Plebiscito».

«Oggi (sabato 24 marzo per chi legge, ndr), la gente è scesa nuovamente in piazza perché è stanca dei soprusi dei potenti. La coraggiosa inchiesta condotta da Fanpage ha messo a nudo quelli che sono i legami politici – e non solo – tra De Luca, Passariello, Iacolare eccetera. Addirittura il figlio di De Luca (si riferisce all’ex assessore di Salerno Roberto, ndr) parlava della Regione Campania all’ex boss Nunzio Perrella come se fosse un’azienda privata, un’azienda di famiglia. Quindi la cittadinanza è scesa in strada non solo per dire basta al biocidio, ma anche e soprattutto per dire basta alla politica che specula sullo smaltimento dei rifiuti».

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button