ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Strade addobbate e aria natalizia, ma è mancata la corsa agli acquisti

ISCHIA. Strade addobbate ed eventi nelle varie località dell’isola. L’aria natalizia c’è tutta. Manca solo una cosa: la corsa ai regali. “Purtroppo è il ‘solito’ Natale”, dice con un mix di dispiacere e rassegnazione Francesco Pezzullo, referente zonale della Confesercenti di Ischia. “Il commercio è lento, non c’è la corsa ai regali. È tutto fermo”, continua. E poi un auspicio: “Speriamo solo che ci sia una piccola ripresa in vista del Capodanno quando alcuni alberghi riaprono per accogliere i turisti che vogliono festeggiare l’arrivo del nuovo anno sulla nostra isola”. Pezzullo, poi pone in essere un’analisi dei problemi: “In realtà sull’isola non c’è mai stata una vera corsa ai regali. Gli Ischitani hanno sempre preferito andare a Napoli, dove si respira un’aria più natalizia, per fare compere per le feste ed i tradizionali regali”. Per il presidente zonale di Ischia della Confesercenti il mancato commercio legato al Natale è legato soprattutto ad un fattore: “Non ci sono turisti per il Natale. Negli anni gli operatori del settore né gli albergatori sono riusciti a destagionalizzare il turismo o creare delle attrazioni per il Natale in modo da far arrivare ospiti anche in questo periodo. Qualcuno arriva sull’isola solo per il Capodanno. Ma si tratta di tre/quattro notti, non di più. E questo è anche colpa delle Amministrazioni comunali che riempiono i cartelloni di eventi per le festività senza alcuna logicità”. “A Forio, ad esempio”, continua Pezzullo, “sono stati programmati circa 150 eventi moltissimi dei quali passano inosservati. Ma invece di fare tutti questi eventi non si potrebbero programmare solo poche unità pensando ad eventi di rilevanza nazionale? E poi il Natale sull’isola dovrebbe essere programmato mesi prima in modo da avere il tempo per propagandare l’isola” “L’ideale – conclude – sarebbe di annunciare il cartellone degli eventi natalizi su tutta l‘isola già a luglio quando ci sono tanti turisti che, così, potrebbero ritornare e già programmare le loro vacanze natalizie. In questo modo ci sarebbero maggiori opportunità anche per il commercio e per i piccoli imprenditori locali”.  

La voce di Pezzullo, non è l’unica. Marco Bottiglieri dell’Aicom, l’associazione Ischia Commercio Turismo e Servizi, ha lanciato un appello “in occasione delle feste natalizie”, rivolto a tutti gli isolani per “favorire, per i regali, i negozi locali anziché effettuare acquisti sul web”. Appena tre giorni fa dalle colonne del Golfo, abbiamo annunciato i dieci prodotti più acquistati nel 2018 su Amazon dagli ischitani. La maggior parte sono prodotti elettronici, ma non mancano libri, cibo per animali e piccoli elettrodomestici. Tutti prodotti che, ovviamente, si trovano anche nei negozi dell’isola ma che comunque gli ischitani preferiscono acquistare on line. Perché  acquistare on line significa avere una maggiore scelta a prezzi più convenienti. Il punto di forza di Amazon, e degli ecommerce on line in genere, è quello di poter acquistare in modo completamente libero di cercare ciò che vuoi, senza fretta, facendo confronti (anche dello stesso oggetto venduto dalla casa madre o venditori privati), cercando informazioni e recensioni degli articoli papabili per poi fare una scelta finale, anche alla luce dei commenti degli acquirenti. E non solo. I prezzi sono spesso fuori mercato se paragonati anche alla grande distribuzione e i suoi continui volantini promozionali. Il tutto, però, sulle spalle dei piccoli imprendiori locali.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close