CULTURA & SOCIETA'

Strage Rapido 904, a Napoli la cerimonia di commemorazione

Ischia non dimentica Federica Taglialatela, ma il maltempo ha impedito la partecipazione dell’amministrazione

“Il 23 dicembre 1984 l’Isola felice nell’immaginario comune apprende sconvolta la notizia della morte di un fiore in boccio: Federica Taglialatela, di appena dodici anni. Partita con la famiglia per Milano, viaggia sul Rapido 904. È felice Federica, ha appena preso le vacanze a scuola, è quasi Natale. È felice Federica con in testa i sogni, le canzoni, i progetti per il futuro di una qualsiasi dodicenne.

All’improvviso nei pressi di San Benedetto Val di Sambro un ordigno comandato a distanza esplode sul treno, rubandole la vita, rubandole il futuro e spezzando a noi, suoi concittadini, l’illusione di vivere nel paese dove niente può succedere. Il padre Gioacchino morirà qualche giorno dopo per le ferite riportate. Era il 1984, la stagione degli anni di piombo sembrava finita con le BR e lo stragismo di destra, ma si aprivano le stragi di Mafia. Nel maxiprocesso dell’ 8 novembre 1985 il Gip è Giovanni Falcone che solo qualche anno dopo sarebbe saltato in aria con la sua scorta e la moglie a Capaci. Tra i responsabili della strage sul Rapido Napoli- Milano emergono Mafia, Camorra, terrorismo di matrice neofascista, Banda della Magliana, ma poco conta in un Paese dove tutto cade nell’oblio sepolto dal segreto di Stato.Oggi, a un passo dal Natale, ci è sembrato doveroso ricordare Federica e il suo sorriso innocente e fiducioso di bambina”.

E’ questo il bellissimo ricordo che la Pro Loco Lacco Ameno lascia per Federica Taglialatela l’ischitana che morì durante l’attentato del Rapido 104. Ieri mattina, a Napoli, una cerimonia per ricordare le vittime tutte, in occasione del 35 anniversario della strage che avvenne il 23 dicembre del 1984. A causa del maltempo che ha imperversato sull’isola l’Amministrazione del Comune d’Ischia non è riuscita a partecipare all’evento che ha visto, nella rinnovata piazza Garibaldi il Comune di Napoli l’ apporre una targa per dedicare i giardini alle vittime della strage del Rapido 904. I giardini ‘Per non dimenticare’ si trovano nelle vicinanze dell’area giochi recentemente inaugurata. ”Da oggi chi passerà qui – ha detto il sindaco, Luigi de Magistris – potrà interrogarsi su quanto accaduto 35 anni fa. Per quella tragedia lo Stato ha ottenuto degli importanti risultati ma ritegno che non sia ancora stata fatta piena luce perché sebbene sia stata accertata la matrice mafiosa e terroristica ritengo che ci sia stato dietro anche altro e la targa di oggi è un monito a tutti i cittadini a ricercare sempre la verità perché una democrazia che non ha coraggio non è una vera democrazia”.

Tra i presenti anche Rosaria Manzo, presidente dell’Associazione dei familiari delle vittime della strage, che ha espresso soddisfazione su quell’importante intitolazione. Ischia non dimentica e ha ricordato Federica e le altre vittime con lo spettacolo andato in scena al Teatro Polifunzionale, uno spettacolo inedito, che ha chiuso la rassegna teatrale “Ænaria”, la Festa delle arti performative, dal Collettivo Barberia. “Abbiamo deciso di raccontare quella storia – spiega Corrado Visone, regista e autore del testo – attraverso tre storie laterali. Senza addentrarci negli atti processuali, ma con la voce e i volti di persone a cui cambia la vita per colpa della strage. Abbiamo ricreato un’atmosfera, un tempo sospeso che viene spezzato dall’azione di un telecomando. Una storia buia come il ventre della galleria, e che improvvisamente si inonda di una luce sinistra, breve, ma che sconvolge l’esistenza. Ci siamo serviti della drammaturgia per raccontare l’inenarrabile, una riflessione sulla necessità della memoria andando oltre il teatro civile”. In scena Valentina Lucilla Di Genio e Corrado Visone con la scrittura musicale di Francesco Calise, la scenografia è di Giovanna Ballirano, l’assistenza alla regia di Alessandra Criscuolo; insieme hanno reso ancora più profondo il ricordo di quel giorno.

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button