ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Strage Rapido 904, anche Ischia ricorda a Napoli Federica Taglialatela

Si è svolta ieri mattina alla stazione centrale di Napoli la commovente cerimonia per ricordare le vittime della strage del rapido 904. Partito da Napoli trentatré anni fa, e diretto alla volta di Milano, fu fatto esplodere nei pressi della stazione di Bologna; morirono 16 persone, tra questi la giovane ischitana Federica Taglialatela. L’evento, organizzato in collaborazione con il comune di Napoli con il sostegno della Fondazione Pol.i.s, della CGIL Campania, di Grandi Stazioni e di Libera Campania, ha visto la lettura dei sedici nomi delle vittime e gli interventi di Rosaria Manzo, presidente dell’associazione familiari delle vittime e Alessandra Clemente assessore alle politiche giovanili per il comune di Napoli; tra i presenti anche gli assessori al comune d’Ischia Francesco Rispoli e Salvatore Ronga.

«È un dovere ricordare, – ha dichiarato quest’ultimo – ed è bello farlo in una manifestazione che vede la partecipazione della scuola e del coro giovanile del San Carlo, perché questa atmosfera gioiosa invita alla speranza. La strage del rapido 904 è una ferita aperta per la cittadinanza di Ischia. Per quelli della mia generazione, che conoscevano Federica o che frequentavano la sua stessa scuola, la sua tragica fine ha rappresentato l’irruzione della barbarie nelle nostra vita quotidiana, nella nostra vita di ragazzi e adolescenti. Il suo ricordo ci richiama alla necessità di non arrenderci nel ricercare la verità».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close