ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Strisce blu a Ischia, arriva l’interrogazione al sindaco

ISCHIA. La rabbia dei cittadini ma anche la prima pagina de Il Golfo di ieri – relativamente alle polemiche scatenate dalle strisce blu posizionate anche in via Michele Mazzella e che di fatto ormai hanno letteralmente invaso ogni angolo del territorio comunale – non è passata certamente inosservata agli occhi dei consiglieri di minoranza. E così Gianluca Trani, Antonello Sorrentino e Ciro Cenatiempo di Ischia Cambia e Domenico De Siano, Giustina Mattera e Antonio Mazzella di Forza Italia hanno inviato un’interrogazione sulla delicata questione al sindaco Enzo Ferrandino, al segretario generale ed al collegio dei revisori dei conti.

Nel testo si legge che i firmatari “in riferimento alle aree di sosta a pagamento strisce blu e le aree a traffico limitato sul territorio comunale, interrogano la S.V. per fornire i seguenti chiarimenti del caso: il dettaglio dei costi e ricavi dalla data di insediamento della attuale Giunta alla data odierna; il dettaglio degli introiti incassati dall’insediamento dell’attuale Giunta fino all’ultimo calcolo economico effettuato dalla società Publiparking Srl secondo le prescrizioni della convenzione; quante contravvenzioni sono state elevate sulle soste a pagamento? quante contravvenzioni sono state elevate nelle zone a traffico limitato con rilevazione automatica (telecamere)?  Quante sono le spese di gestione alla data odierna? Quanto si è dovuto anticipare per le spese di notifica delle contravvenzioni? Il numero degli autorizzati all’accesso nella zona a traffico limitato? La segnaletica rispetta le indicazioni previste dal codice della strada in merito alle dimensioni minime che deve avere? Si rispettano il numero degli stalli adibiti agli invalidi rispetto a quelli a pagamento? Quanti sono gli stalli a pagamento, quanti per i disabili e quanti i gratuiti?” Una serie di quesiti davvero interessanti, specialmente alcuni che mirano senza dubbio a fare luci su una serie di zone d’ombra.

Nella parte finale i sei consiglieri di minoranza rimarcano che “la presente ha altresì valenza di richiesta di accesso agli atti amministrativi sensi della legge n. 241/90 e del D.Lgs. 18.8.2000, n. 267 – mediante cui gli scriventi, nelle proprie qualità di consiglieri comunali, per le finalità connesse all’esercizio del proprio andato, consapevole che i dati sopra citati devono essere trattati nel rispetto del D.lgs. 30.6.2003, n. 196 sulla tutela dei dati personali ai soli fini del procedimento per i quali sono forniti e che in ogni momento si potranno esercitare i diritti di cui all’art. 7 della citata legge, dichiarando che la documentazione richiesta sarà utilizzata esclusivamente per l’esercizio dei fini istituzionali connessi alla carica ricoperta, chiede il rilascio gratuito di una copia dei seguenti documenti amministrativi ai sensi delle leggi sopra citate e del regolamento comunale in materia di responsabile del procedimento e del diritto di accesso ai documenti amministrativi: atto di nomina degli ausiliari del traffico attualmente in carica; deliberazioni e determinazioni attinenti la gestione della sosta a pagamento; Elenco analitico degli autorizzati all’accesso nella zona a traffico limitato”. Ecco, capire quanti possono accedere in queste zone, detto in tutta sincerità, è una di quelle cose che non vediamo l’ora di conoscere. Il nostro giornale ha già fornito numeri approssimativi in anteprima, ma il conforto dell’ufficialità non sarebbe affatto male.

Gaetano Ferrandino

 

 

 

 

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close