Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Strisce blu e taxi, Casamicciola revolution

CASAMICCIOLA TERME. Era nell’aria da qualche settimana il provvedimento che la giunta municipale di Casamicciola si accinge a varare. L’esecutivo guidato dal sindaco Castagna ha infatti deliberato una significativa modifica alle aree di sosta a pagamento e alle aree di stazionamento dei taxi e della fermata dei mezzi a noleggio con conducente. Il provvedimento va a modificare quanto era stato stabilito a inizio maggio con la delibera di giunta n. 51. Nel frattempo si è tenuta anche una riunione tra esponenti dell’amministrazione e la categoria dei tassisti, svoltasi lo scorso 24 luglio, durante la quale furono discusse le varie problematiche relative al servizio di trasporto non di linea, per le quali gli stessi tassisti avevano anche fornito le proprie indicazioni con relative soluzioni ai diversi problemi prospettati. Esse vennero messe a verbale, e l’amministrazione ne ha tenuto conto: in attesa di una più ampia ridefinizione di tutti i posteggi taxi e Ncc, la giunta ha ritenuto possibile procedere all’attuazione di alcuni punti del citato verbale, in particolare lo spostamento dei taxi sul parcheggio denominato “Italia 90” e il contemporaneo ridimensionamento del posteggio di via Tommaso Morgera, oltre allo spostamento dei due posti taxi situati nei pressi del distributore Erg da installarsi vicino alla piazza Parodi, all’altezza della gelateria Di Massa. Altri punti emersi nella riunione sono invece risultati inattuabili, perché così come sono stati proposti si pongono in contrasto con le norme del Codice della Strada. L’amministrazione ha comunque inteso allungare la sosta a pagamento anche sul tratto di via Salvatore Girardi (la litoranea) compreso tra l’incrocio con via Perrone e fino all’Hotel Italia. Esigenze che comunque andavano contemperate con la necessità di prevedere anche un’area da destinare a fermata per i Bus adibiti a noleggio con conducente nelle vicinanze dell’area portuale in modo da limitare i disagi per i turisti in arrivo e partenza, seppure con le grosse limitazioni logistiche dovute alla conformazione del territorio, e alla mancanza di idonee aree nella disponibilità dell’ente da adibire appunto a stazionamento dei Bus Ncc.
LE AREE. Vediamo nel dettaglio tutte le modifiche. L’area a pagamento nel parcheggio Italia 90 prevista nel punto 1, lettera c, della delibera n.51 è stata soppressa, in quanto sarà adibita a parcheggio per i taxi. È comunque fatta salva l’area a ridosso del muro di separazione dell’arenile già destinata a sosta gratuita per le due ruote. È stata istituita un’area a pagamento su via Tommaso Morgera, in continuazione di quella esistente e fino al noleggio Di Meglio, in sostituzione del posteggio taxi esistente che viene abolito in quanto spostato sull’area Italia 90. Inoltre, come detto, sono stati istituiti due posti per i taxi su corso Luigi Manzi, all’altezza della gelateria Di Massa con contestuale eliminazione di due posti vicino al distributore Erg. Su via Salvatore Girardi è stata istituita la sosta a pagamento in continuazione di quella già esistente, a partire dall’incrocio con via Perrone e fino all’Hotel Italia, con salvaguardia dei posti già esistenti per i mezzi a due ruote. Confermati su via Girardi i due posti riservati gratuitamente alla sosta di veicoli a servizio delle persone invalide muniti di contrassegno. Nel primo tratto di via Girardi, dal bar Topless e fino al tratto antistante alla yogurteria Unpack, la sosta è gratuita senza limitazioni. In tutti i tratti finora descritti sono validi gli orari, le condizioni, le tariffe orarie e di abbonamento già stabiliti nella delibera n.51 per i tratti di strada in cui vige la sosta a pagamento.
PORTO. Il tratto di corsia di incanalamento al porto situato alle spalle della fermata bus di linea all’ingresso dell’area portuale, e fino al passaggio pedonale, viene destinata alla fermata dei veicoli adibiti a Ncc per il solo tempo necessario al carico e scarico delle persone e dei bagagli e per un massimo di tre veicoli per volta, se non eccedenti tale area. Gli autisti pertanto dovranno approssimarsi alla fermata solo dopo l’arrivo dei clienti (e non attendere ivi l’arrivo dei clienti) e lasciare il posto immediatamente dopo il termine delle operazioni di carico. Parimenti, per quanto riguarda lo scarico, dovranno fermarsi e procedere immediatamente alle operazioni di discesa dei passeggeri e allontanarsi immediatamente dopo il completamento delle operazioni di discesa dei passeggeri e scarico dei bagagli. Per ovviare ai prevedibili disagi, le società di noleggio sono incaricate di attrezzarsi e coordinarsi tra loro affinché, quando i posti sono già occupati, non giungano in zona altri bus fino a che non siano terminate le operazioni di carico o scarico e i bus non abbiano già liberato la fermata. Le nuove disposizioni entreranno in vigore quando sarà completata la regolare segnaletica orizzontale e verticale prevista dal Codice, oltre allo spostamento e l’installazione dei parcometri sulle nuove aree di sosta a pagamento.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x