Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Super Eco, ecco i dettagli dell’accordo sottoscritto a Cassino

di Francesco Castaldi

FORIO – Come preannunciato qualche giorno fa sulle colonne del nostro quotidiano, si è tenuta mercoledì scorso a Cassino la riunione tra in sindacati e la Super Eco, la società che ha preso il posto della Ego Eco nella gestione della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti del Comune di Forio. Alla riunione, svoltasi presso la sede della Super Eco, erano presenti il socio unico della nuova società Carlo Ciummo e il consulente del lavoro Alberto Viselli, l’amministratore unico della Ego Eco Vittorio Ciummo e i rappresentanti sindacali della Fp-Cgil, della Fit-Cisl, della Uilt e della Fiadel. Motivo della riunione di mercoledì è stato l’affitto, da parte della Super Eco Srl, del ramo d’azienda che interessa il cantiere di Forio. Un cambiamento che qualche giorno fa era stato comunicato al Comune dalla Ego Eco mediante una pec, circostanza che ci è stata confermata sabato dal presidente del consiglio comunale Michele Regine.

Come abbiamo avuto modo di spiegare nelle scorse edizioni de “Il Golfo”, il 12 settembre la Super Eco di Carlo Ciummo ha dichiarato di aver preso in affitto il ramo di azienda dalla Ego Eco, così come si evince chiaramente nella scrittura notarile che ne stabilisce patti e condizioni. Il predetto ramo d’azienda è interessato da procedura di solidarietà difensiva per la quale l’orario di lavoro delle maestranze è ridotto dalle trentasei ore settimanali contrattualmente previste dal contratto collettivo nazionale a trenta ore settimanali. L’operazione di fitto comporta il passaggio delle maestranze addette al ramo da Ego Eco a Super Eco. Il contratto ha procurato, nei fatti, l’estinzione del rapporto di lavoro nei confronti della Ego Eco e la costituzione di un rapporto di lavoro con la Super Eco.

“I lavoratori addetti al ramo d’azienda affittato – si legge nel verbale sottoscritto alla fine dell’incontro di mercoledì – sono trasferiti in Super Eco srl alle stesse condizioni contrattuali vigenti in Ego Eco srl all’atto del fitto; per effetto del trasferimento i lavori manterranno l’anzianità contrattuale maturata in Ego Eco srl nonché diritti e obbligazioni per loro vigenti, a titolo esemplificativo ma non esaustivo: ANF, Detrazioni d’Imposta, cessioni del V, deleghe sindacali, iscrizione alla previdenza complementare”.

“Per effetto del fitto – prosegue l’atto siglato dalle parti intervenute alla riunione – i lavoratori verranno liquidati da Ego Eco srl nelle modalità previste dalla legge e compatibilmente con il concordato preventivo cui è ammessa la società; ciò comporterà, da parte di Ego Eco srl, il pagamento delle spettanze di fine rapporto (Ferie e Permessi non goduti, banca ore, ratei di mensilità aggiuntiva e TFR) maturati nel periodo 14/01/2016-11/09/2016, nel mese di ottobre 2016; i ratei restanti saranno liquidati ai lavoratori secondo le modalità previste dal vigente concordato cui è stata ammessa la Ego Eco srl; resta inteso che all’atto della liquidazione delle maestranze si terrà conto di quanto eventualmente dovuto a finanziarie per cessioni e/o delegazioni di pagamento in corso; allo stesso modo per i lavoratori iscritti a fondi di previdenza complementare il maturato TFR verrà a questi fondi versato”.

Ads

“La prestazione lavorativa – si legge ancora nel verbale – sarà resa dai lavoratori per 30 ore fino al 31/01/2017 così come stabilito con verbale d’accordo sottoscritto per il ricorso alla solidarietà difensiva; ciò consentirà il mantenimento dei livelli occupazionali attuali: le imprese (Affittuaria e Affittante) si impegnano, per quanto loro possibile, a trasferire in Super Eco srl i benefici dell’accordo di cui sopra per l’ammortizzazione delle restanti 6 ore settimanali non lavorate; Le predette imprese si impegnano, per quanto di loro competenza, a far sì che le somme dovute ai lavoratori per effetto della solidarietà difensiva vengano a questi direttamente liquidate”.

Ads

“Le parti – concludono sindacati e aziende – convengono di chiedere congiuntamente all’amministrazione comunale di Forio un incontro al fine di individuare soluzioni per le urgenti problematiche dell’area di stoccaggio, del parcheggio, dell’isola ecologica, degli spogliatoi, nonché, della solidarietà, del riequilibrio delle mansioni e dei livelli dell’organico quale necessaria condizione al fine di salvaguardare al meglio gli attuali livelli occupazionali”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x