Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Super Eco, i sindacati scrivono ad azienda e Comune di Forio

In una nota indirizzata alla Supereco, al sindaco del Comune di Forio ed all’assessore con delega all’Igiene Urbana, il segretario generale della Fiadel Campania, Vittorio d’Albero, rende noto ai destinatari della stessa una importante verifica contrattuale per i dipendenti impiegati all’ombra del Torrione:

Facciamo seguito alla nostra richiesta d’incontro fattavi pervenire in data 16 u.s, rimasta inevasa, per comunicare a codesta azienda, ed all’Amministrazione Comunale di Forio d’Ischia, che a fine di questo mese scade la procedura di solidarietà conservativa – con riduzione parziale dell’orario di lavoro, attivata con la Ego Eco e, di fatto, continuata con la Super Ego. Con la presenta si informa Ente ed Azienda che dal 1° del mese di Febbraio i lavoratori dipendenti della Super Ego impegnati sul cantiere di Forio d’Ischia riprenderanno l’orario di lavoro ordinario e pieno previsto dal vigente ccnl. Nessuna altra procedura sarà possibile considerare in tal senso per l’assoluta insussistenza di motivazioni che possano evidenziare tale esigenza in considerazione del’attuale organico, del turn over, e del doveroso contenimento degli eccessivi carichi di lavoro che mettono in seria discussione la salute e la sicurezza sul lavoro a fronte delle condizioni lavorative di detto cantiere. Si invita l’Amministrazione Comunale a garantire il rispetto del diritto dei lavoratori a ripristinare l’orario pieno di lavoro senza ulteriore possibile volontà di chicchessia a discutere tale argomento che porterebbe ad una ferma presa di posizione del sindacato e dei lavoratori con ogni azione sindacale a sostegno. In ultimo, facendo sempre riferimento alla procedura in scadenza è opportuno informare l’Ente, in quanto Stazione Appaltante, quindi responsabile delle inadempienze dell’appaltatore, che ad oggi i lavoratori di Forio non hanno ricevuto nessun riconoscimento economico previsto dalla procedura e che nessuna garanzia è fornita dall’azienda in tal senso, quindi riteniamo che il Comune di Forio d’Ischia che ha propugnato e partecipato alla definizione della solidarietà si faccia parte attiva per garantire, con ogni mezzo necessario, l’erogazione delle spettanze di due anni ai lavoratori aventi diritto. Tanto per Vs. doverosa ed opportuna conoscenza. Cordiali saluti

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex