CRONACA

Supermercati Decò, arriva il sovrapprezzo per la consegna a domicilio

Da ieri scatta la tariffa di 3,50 euro per la spesa a casa, e i clienti si dividono tra favorevoli e contrari

Da ieri la nota catena di supermercati Decò ha stabilito una piccola modifica alle condizioni previste per la spesa a domicilio: d’ora in poi infatti è previsto un contributo di € 3.50, per tale servizio. Molti utenti hanno variamente commentato l’annuncio diramato sui social. C’è chi condivide tale tariffa in cambio della comodità di ricevere la spesa a casa, e anzi la considerano anche una sorta di deterrente per spingere le persone a fare la spesa una volta a settimana, evitando multiple ordinazioni per pochi prodotti alla volta. Altri invece contestano la mancanza di un tetto minimo superato il quale non sarebbe più dovuto il contributo. Non manca chi si lamenta del fatto che spesso gli ordini frequenti sono causati non dalla pigrizia o superficialità dei clienti, ma dal fatto che a volte quando viene inoltrata un’ordinazione corposa, con molti prodotti in lista, capita che gli addetti consegnino la spesa ma dimenticando alcuni articoli pur presenti nell’elenco inviato dal cliente. Cosa che costringe quest’ultimo a un ordine supplementare. Insomma, storie di ordinaria logistica durante questa strana epoca di isolamento domiciliare.

Articoli Correlati

2 Commenti

    1. €.3,50 si possono pagare benissimo. Al Bar se sei servito al tavolo paghi il supplemento per ogni consumazione. è non solo per anche al ristorante paghi il servizio. In pizzeria paghi il servizio. Non scrivo altri commenti. Un cordiale saluto
      Un grazie per i Collaboratori di tutti i supermercati.

Rispondi

Back to top button