Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Tappa ischitana per la Console tunisina

Beya Ben Abdelbaki è sbarcata ieri per la prima visita istituzionale sulla nostra isola, incontrando i vertici di Guardia Costiera, Commissariato e Carabinieri, oltre ai sindaci di Ischia e di Lacco Ameno

Ieri mattina il Console della Tunisia per la Circoscrizione Sud Italia a Napoli, Beya Ben Abdelbaki, è sbarcata a Ischia per una visita istituzionale. I contatti erano stati avviati prima che deflagrasse la pandemia, e finalmente la cosa è potuta andare in porto: sulla nostra isola la comunità tunisina è piuttosto nutrita, e nell’ambito delle dinamiche tra le comunità il Console ha voluto presentarsi ufficialmente alle istituzioni locali, facendo visita agli uffici della Guardia Costiera, poi al Commissariato di Polizia e infine al Comando della Compagnia dei Carabinieri. Il console ha inoltre poi incontrato il sindaco di Ischia Enzo Ferrandino al quale ha donato una bottiglia di olio tunisino, mentre l’amministrazione le ha regalato un gagliardetto, simbolo del Comune capofila, insieme a un libro di antiche fotografie dei nostri luoghi.

«Si rinnova un rapporto cordiale tra la comunità tunisina – molto presente e integrata anche sull’isola – e quella ischitana che da anni portano avanti una continua e proficua collaborazione. Ringraziamo la console Ben Abdelbaki e la aspettiamo alla sua prossima visita», ha commentato il primo cittadino dopo l’incontro, nel corso del quale si è tra l’altro parlato della condizione della donna, che in Tunisia è ben diversa dagli stereotipi che spesso a torto continuano a circolare sui Paesi arabi. La Tunisia è infatti uno dei Paesi più aperti e protesi verso la modernità, come dimostra il forte legame con l’Italia e la nostra cultura. Il Console si è poi recato a Lacco Ameno dove è stata accompagnata dal sindaco Pascale in una breve visita nella basilica di Santa Restituta, la martire di origine africana, vissuta proprio nell’attuale Tunisia, poi divenuta Patrona del comune del Fungo e dell’intera isola. Beya Ben Abdelbaki ha rivestito il ruolo di console a Bonn in Germania, prima di approdare in Italia nell’ottobre 2017: quasi quattro anni nei quali ha incontrato quasi tutte le Autorità italiane del Sud Italia (Campania, Calabria, Molise, Puglia, Basilicata), con moltissime attività tra incontri istituzionali, visite di cortesia e di lavoro alle autorità locali, parallelamente alla promozione di varie manifestazioni culturali e incontri istituzionali con la colonia tunisina in tutta la circoscrizione.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Carlo

La potevate fare una pulita a queste scale, prima di scattarvi la foto. Certo la console sapeva benissimo di non trovarsi in Svizzera ma è davvero impresentabile questa scala.

Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x