Statistiche
ARCHIVIOARCHIVIO 5

Tassa di soggiorno, una quota finirà agli albergatori

ISCHIA – Sei comuni, sei diverse tabelle tariffarie, sei costi differenti per i turisti dell’isola d’Ischia. Tutto questo con il nuovo anno potrebbe non esserci più, sembra infatti molto vicina l’intesa dei sei sindaci dell’isola per l’istituzione di un’unica “tassa di soggiorno turistica”, che, sia quindi uguale per tutti i sei  comuni, ma le novità non si fermano qui. I Sindaci si sono  incontrati, presso il Comune di Ischia insieme con Marco Bottiglieri, presidente Ascom e Ermando Mennella, Presidente degli Albergatori per ragionare sulla proposta degli albergatori in merito alla gestione della Tassa di Soggiorno.
Sull’ormai famosa tassa di scopo, infatti, molte volte vi sono stati anche degli scontri tra le associazioni di categoria e le amministrazioni, “ree” di sprecare queste risorse in azioni inutili, ma sembra, con questi incontri e la strada intrapresa, che oggi il clima è cambiato, ed allo scontro ha prevalso il dialogo costruttivo per risolvere insieme i problemi e valorizzare la nostra isola.  Allo studio dei primi cittadini, che torneranno a discutere della proposta giovedì prossimo, la possibilità di istituire un’unica tariffazione da far pagare ai turisti. Una tariffa livellata agli attuali standard del Comune di Ischia, e dalla quale si dovrebbe estrapolare e destinare in maniera unica, una cifra per la creazione di un ente unico per la gestione del turismo, delle pubbliche relazioni, della promozione e dell’immagine dell’isola di Ischia. A spiegare meglio il percorso che si vuole intraprendere, sono stati i diretti interessati, ossia i sindaci delle amministrazioni isolane.

CONTINUA A LEGGERE SU IL GOLFO IN EDICOLA

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex