CRONACAPRIMO PIANO

Tassisti e affittanze, stangata della Guardia di Finanza

Sì, l’estate è davvero entrata nel vivo ed i controlli delle forze dell’ordine si susseguono a tutto spiano e senza sosta sul territorio isolano, muovendosi soprattutto si direzioni diverse in maniera tale da non lasciare nulla di “scoperto”. Negli ultimi giorni particolarmente attivi sono stati i militari della Compagnia di Ischia della Guardia di Finanza, guidati dal capitano Antonio Giglio che hanno avviato una capillare attività di controllo economico del territorio per garantire il rispetto delle normative vigenti, tutelando cittadini e turisti. In particolare, nel corso di questa settimana, sono state riscontrate 10 violazioni relative alla mancata esposizione del tariffario da parte di esercenti l’attività di taxi sull’isola. Le sanzioni amministrative, definite dal Codice della strada, sono state contestate ai trasgressori che, con la loro condotta, non consentivano all’utenza di conoscere preventivamente i costi del servizio di trasporto. Un “vizio” questo particolarmente in uso a diversi esponenti del servizio pubblico da piazza, dal momento che i finanzieri erano intervenuti già un paio di mesi fa in quel di Casamicciola riscontrando in diversi soggetti la stessa irregolarità.

Inoltre sono state sottoposte a controllo 15 abitazioni date in affitto: cinque soggetti, titolari di altrettante “case vacanza”, sono stati denunciati per violazione dell’art. 109 TULPS, che impone l’obbligo di comunicare all’Autorità di Pubblica Sicurezza le generalità delle persone alloggiate

Nel contempo, sono state sottoposte a controllo 15 abitazioni date in affitto, anche per accertare il rispetto degli adempimenti previsti dal Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza (TULPS). All’esito degli accertamenti, 5 soggetti, titolari di altrettante “case vacanza”, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per violazione dell’art. 109 TULPS, che impone l’obbligo di comunicare all’Autorità di Pubblica Sicurezza le generalità delle persone alloggiate, e trova applicazione nei confronti dei gestori professionali ma anche di coloro che svolgono attività ricettive, con carattere saltuario. Anche le affittanze abusive, insomma, continuano a rappresentare uno di quei “cancri” davvero difficili da estirpare, nonostante controlli, sanzioni e finanche denunce negli ultimi anni siano fioccate a raffica.

Quest’attività delle Fiamme Gialle segue l’altra operazione eseguita nella mattinata di venerdì congiuntamente a carabinieri e guardia costiera quando sugli scali portuali di Ischia e Casamicciola si erano puntati i riflettori sul controllo del trasporto merci in arrivo e in partenza dall’isola. Di fatto i militari hanno effettuato congiuntamente una serie di controlli, anche attraverso l’impiego di una pesa pubblica certificata, con lo specifico scopo di accertare che gli autocarri in arrivo e partenza non eccedessero il limite massimo di portata nonché, verificare che le merci fossero corredate dalla prevista documentazione fiscale ed infine, che tra le merci in arrivo e partenza non vi fossero “merci pericolose o rifiuti” artatamente occultati per il trasporto in promiscuità. Dai controlli messi in campo, sono state elevate 11 sanzioni al codice della strada per eccedenza di peso e carico mal sistemato per un ammontare di oltre duemila euro.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex