Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Tassisti, per gli stagionali ecco il bonus dalla Regione

Mille euro una tantum per i lavoratori a tempo determinato del settore del trasporto passeggeri dai fondi del Por/Fse 2014-2020

La regione Campania ha finalmente ammesso a finanziamento anche l’elenco dei lavoratori stagionali casamicciolesi nel settore del trasporto turistico. La categoria ha duramente pagato le conseguenze della pandemia, quando tra la primavera e l’estate il blocco degli spostamenti ha impedito per svariati mesi l’effettivo inizio della stagione turistica. Grazie ai fondi del Programma Operativo Regionale della Campania 2014-2020, per i lavoratori del settore trasporti arriva il sospirato bonus da mille euro.

L’elenco appena approvato dalla regione comprende 95 domande, dunque per un totale di 95mila euro. La misura era stata varata con l’obiettivo di “generare condizioni per consentire l’adattabilità dei lavoratori stagionali nel settore del trasporto al nuovo contesto legato alla necessità del distanziamento obbligatorio in cui sono costretti a muoversi”. I beneficiari sono quei lavoratori con contratto a tempo determinato con carattere di stagionalità appartenenti al settore del trasporto passeggeri con i requisiti che possono essere così sintetizzati: aver avuto un rapporto di lavoro a tempo determinato, con carattere di stagionalità, cessato per causa non imputabile al lavoratore, nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 31 gennaio 2020; durata del rapporto di lavoro nel predetto periodo di almeno trenta giorni; non essere, alla data della domanda, titolari di pensione o di altro rapporto di lavoro dipendente; l’Impresa alle cui dipendenze hanno avuto il rapporto di lavoro deve rientrare in una di quelle che svolgono le attività individuate dai seguenti codici ATECO: 49.31 , 49.32, 49.39.09, 50.10, 52.23. Come detto, l’entità del contributo è pari a mille euro una tantum: tale bonus è cumulabile con altre misure emanate a livello nazionale per fronteggiare l’attuale crisi economica causata dall’emergenza sanitaria da “Covid-19”.

Non hanno potuto richiedere il bonus, invece, coloro che sono già stati destinatari di altre misure di sostegno emanate dalla Regione Campania per contrastare la medesima situazione emergenziale. Come prevede il decreto regionale, in qualsiasi momento, anche successivamente all’erogazione del beneficio, la Regione si riserva di effettuare i controlli, anche a campione, previsti dalle norme e dai regolamenti, per verificare i requisiti generali previsti dalle disposizioni vigenti in materia di sovvenzioni pubbliche oltre che in ordine alla veridicità delle dichiarazioni e delle informazioni rese ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 455/2000, formulate in sede di presentazione della domanda, sia in forma diretta sia mediante strutture convenzionate. In questi giorni è stata quindi disposta la liquidazione ai destinatari mediante distinti bonifici bancari dell’importo citato, sui rispettivi conti Iban.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex