Statistiche
ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

Teatro, presentata la IX edizione dell’Ischia Teatro Festival

di Isabella Puca

foto Giovangiuseppe Lubrano

Ischia – Si è svolta ieri mattina al teatro Polifunzionale la conferenza stampa di presentazione della nona edizione dell’Ischia Teatro Festival. Alla presenza dell’amministrazione comunale di Ischia, rappresentata dall’assessora alla cultura con delega al teatro Criscuolo e del vice sindaco Enzo Ferrandino, è stata annunciata la prima parte della rassegna che amplia i suoi orizzonti inserendo anche delle pomeridiane tutte dedicate ai bambini. «Siamo alla nona edizione – ha detto Enzo Boffelli presidente Amici del teatro – prosegue il percorso di Amici del teatro, un movimento nato per mettere in scena l’Ischia Teatro Festival quando il teatro non c’era ancora. Abbiamo ottenuto il nostro obiettivo, avere una struttura e mettere in atto una programmazione completa con otto mesi di rappresentazioni. Quest’ anno ci sarà una manifestazione ben fatta e curata dalla direzione artistica di Pietro Di Meglio che porterà sull’ isola spettacoli provenienti dalla terraferma e selezionati con attenzione». Enzo Boffelli ha poi ringraziato tutte le persone che lavorano dietro le quinte e l’amministrazione tutte che affianca l’Associazione in tutte le manifestazioni. «Non potevamo mancare. Come amministrazione sin dall’inizio abbiamo cercato di essere vicini a questo mondo del teatro ischitano. Questa bella struttura è frutto della sinergia costruttiva tra amministrazione e chi, con passione, per anni, ha voluto battersi per dare un’offerta in più. Il grado di sviluppo di una comunità si vede anche dall’offerta culturale e grazie a questa struttura l’ immagine della società ischitana è migliore. Inoltre c’è anche una valenza da un punto di vista turistico come forma anche d’intrattenimento per chi frequenta Ischia nei mesi di bassa stagione. Abbiamo imparato a conoscere le varie compagnie, sappiamo gli sforzi che fanno per poter dare fondo a questo sussulto artistico che hanno in molti. Siamo contenti e continuiamo su questa strada, sicuri che avremo altre soddisfazioni». È stato questo il saluto del vice sindaco Enzo Ferrandino sin da sempre vicino alla causa. Soddisfatta anche l’assessora alla cultura con delega al teatro Carmen Criscuolo che ha sottolineato la passione degli ischitani verso questo progetto e soprattutto la sua valenza turistica, «guardo con orgoglio quanto si sta realizzando perché conosco la passione che ci mettono le compagnie e l’associazione e l’amore con cui gestiscono la struttura. Non dobbiamo sottovalutare il binomio teatro – turismo, dobbiamo andare sempre più verso questa direzione; l’isola inneggia alla cultura, lo abbiamo visto con il premio Aenaria e lo vedremo in questa nona edizione dell’Ischia teatro Festival. Il nostro auspicio è che si cresca sempre di più insieme». #tuttiicoloridelteatro è l’ hashtag che accompagnerà le notizie condivise sui Social anche quest’anno; un modo per sottolineare che il teatro è per tutti e di tutti. Il programma  di quest’anno è stato pensato per un pubblico vastissimo e inizierà il prossimo 10 di dicembre con uno spettacolo intenso ed emozionante dal titolo “Santa Giovanna dell’immaginazione”. «Ci ha colpito molto in fase di selezione, – ha dichiarato Pietro di Meglio – è un canto in onore dell’immaginazione, le suggestioni di un’attrice nel ricordare la storia di Giovanna D’Arco, protagonista è Silvia Frasson conosciuta per alcune apparizioni in Rai e in Mediaset e averla è molto incoraggiante. Abbiamo già ricevuto una chiamata da Firenze per assistere a questo spettacolo.  Poi ci sarà “Chocolat” riproduzione teatrale del più famoso film, premiato in Polonia e quella sera avremo anche la collaborazione della cioccolateria Maglio». Ampio spazio è stato dato allo spettacolo di Natale voluto fortemente da Ernesto Di Liddo e da Enzo Boffelli, la “Cantata dei Pastori” andrà in scena, infatti, il 21, 22, 23, 25 e 26 dicembre e vede una co- produzione di tante compagnie come la Don Bosco, la Giannino Messina e quella dei Divini Commedianti, «è un esperimento nuovo all’ insegna del fatto che il teatro unisce e fa comunità. Il  30 dicembre avremo il concerto blues dei Blue Stuff e non mancheranno le sorprese. Per il periodo dell’ Epifania abbiamo dato spazio a spettacoli per bambini spettacoli che andranno in scena il pomeriggio a prezzi più bassi». La rassegna continuerà a gennaio nel segno della tradizione con “Tre pecore viziose” di Scarpetta messa in scena dagli Attori per caso e un omaggio per Shakespeare a 400 anni dalla sua morte con lo spettacolo dal titolo “Elsinore circus”. A chiudere questa prima parte della rassegna, lo spettacolo “Lettera H”, con la regia di Salvatore Ronga e un testo dedicato al tema della memoria che andrà in scena solo il 27 gennaio. «Un’altra iniziativa, intrapresa già lo scorso anno, è “Un critico da festival” che vedrà prendere parte alle serate un gruppo di studenti del liceo di Ischia che incontreranno gli attori e saranno impegnati nello scrivere una recensione». Una formula, quest’ultima, davvero interessante per avvicinare sempre più i giovani ischitani alla bellezza del teatro.

 

 

Ads

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x