LE OPINIONI

Termalismo e fitness

Presentarsi al mondo sanitario e istituzionale, non elemosinando uno stanziamento, ma come partner credibile per la gestione e la prevenzione

I profondi mutamenti della società come l’allungamento della vita media, la progressiva riduzione dei giovani, stanno innescando cambiamenti demografici impensabili solo qualche anno fa. La politica intenta ad accaparrarsi l’uovo oggi, se ne frega delle conseguenze fallimentari per la gestione della sanità e della previdenza. Non dimentichiamo che a Ischia viviamo di turismo. La nostra offerta di strutture idonee al benessere è di tutto rispetto. Il pubblico ben oltre gli anta aumenterà notevolmente. Da più parti si elevano lamentele che a Ischia mancano i giovani. Ignorando che un ventenne e un sessantenne hanno sostanziali differenze psicologiche. Cosa più unica che rara, noi disponiamo di strutture in grado di accogliere entrambe le fasce. Da anni i centri Fitness si vanno affiancando alle cure termali. Le tecniche di marketing di vendita e di sostegno alla frequenza dei giovani, sono inadeguate a promuovere l’iscrizione di nuovi clienti adulti, spesso sedentari mantenendoli motivati. Negli ultimi anni, dato l’erosione del potere d’acquisto, i prezzi dei centri Fitness non sono aumentati, ma, spesso, addirittura diminuiti.

L’attività motoria al pari d’un potente farmaco

L’attività motoria a tutti gli effetti è un farmaco estremamente valido per la prevenzione di molte patologie cronico degenerative legate all’invecchiamento. In Italia entro il 2050 la proporzione di anziani tenderà a raddoppiare, passando dall’11% al 22% della popolazione totale. Solo dei pazzi, in termini di politica, lascerebbero le cose così come stanno procedendo in modo inerziale. Lusso che aprirebbe la via del fallimento della sanità e della previdenza. Il nuovo mercato bussa da tempo alle nostre porte, ma chi riconosce solo quel che già conosce, avendo gli occhi bendati si lascia sfuggire l’opportunità. Addirittura per favorire determinate lobbies, si promuove un aumento esponenziale degli esami diagnostici e delle terapie farmacologiche tradizionali. Dimenticando che la diagnosi precoce evidenzia il fenomeno ma non lo riduce. La prevenzione invece lo riduce, sia quantitativamente sia qualitativamente. Il solo chiamarsi industriale del turismo non elimina i problemi di calo di presenze e riduzione dei prezzi. Specializzandosi nel Fitness gli Industriali del turismo aumenteranno in modo esponenziale i loro introiti, creando benessere per tutti.

Presentarsi al mondo sanitario e al mondo istituzionale, non elemosinando uno stanziamento, ma presentandosi come partner credibile per la gestione e la prevenzione. Tutte le strutture, termali o no, munendosi di centri Fitness, devono mettere in atto una vera e propria rivoluzione puntando su un’operazione culturale, organizzativa e imprenditoriale, sia a livello locale sia nazionale. Rivolgiamoci oltre al normale mercato, estero e italiano, anche a quello locale. Giochiamo le nostre carte proponendo le nostre proposte e offerte ai medici curanti, alla stampa locale, agli assessori competenti, alle varie associazioni. Portiamo il nostro progetto prima a livello regionale e poi a quello nazionale. Trattandosi di un progetto di ampio respiro, non può essere gestito nel corso di una sola stagione, necessiterà di qualche anno, anche se a livello locale può dare i primi risultati positivi anche nel breve periodo. Il governo trova chi può risolvere tanti problemi senza investire un euro. Infatti, le strutture, grandi o piccole che siano, già esistono capillarmente su tutto il territorio nazionale, e sono dotate di una strumentazione costruita per far fronte alla gestione dell’attività motoria, sia per quanto concerne l’apparato locomotore che per il sistema cardiovascolare e per gli aspetti metabolici. Strutture alberghiere munite di centri Fitness, badate bene che non si tratta di mettere da parte il mercato dei giovani, ma di aggiungere a quello dei giovani quello degli adulti e degli anziani. Se finora i centri Fitness hanno noleggiato alla clientela delle strumentazioni, devono aggiungere il servizio alla persona. Unica modalità per gestire con successo il mercato degli adulti e degli anziani. La continua formazione degli operatori è d’obbligo. Il messaggio pubblicitario diretto per lo più ai giovani che erano bersagliati e in parte colpiti, li vedeva all’interno del centro Fitness come spettatori. Con una clientela adulta non può essere così. L’adulto si sente attore e vuole ricoprire un ruolo principale. Va coccolato, seguito, indirizzato con garbo e competenza. La struttura, locali, servizi e operatori sono sempre sotto tiro: gli spazi devono essere ben distribuiti, i colori, le luci, gli odori, l’attrezzatura, ecc.

Professionalità e competenza garantiscono i risultati

La pre-vendita è vanificata se i servizi e le prestazioni non corrispondono alle aspettative. Un cinquantenne si aspetta dei risultati in termini di recupero o mantenimento dell’efficienza fisica. Davanti al suo impegno, se i risultati non vengono non c’è moina della receptionist – velina che tenga. Ricordiamo che i costi di marketing per acquistare un nuovo cliente, rispetto a un cliente perso, sono da moltiplicarsi per sei. La clientela adulta non è abbagliata dall’avvenenza dell’istruttrice di turno, ma è attento ai suoi miglioramenti. Valuta l’organizzazione del centro Fitness, i nostri prodotti, i nostri servizi, non c’è strategia che tenga se non l’assoluta professionalità. Sarà concorrenziale solo chi, sin da ora sa, ove è posto il suo centro e dove si troverà. Niente risultati conseguiti dal cliente, niente trattativa commerciale che va in porto. Con relativo indebolimento dell’immagine del centro che si trasmette come un tam tam, attraverso il contatto umano, da persona a persona. La vera vendita e l’acquisizione, la fa il personale a contatto con la clientela del centro: estetiste, massaggiatori, fisioterapisti, parrucchieri, e principalmente, poiché il cuore di un centro fitness è la palestra, l’istruttore-trainer che grazie alla sua preparazione, offre professionalità e competenza, facendo ottenere quanto desiderato dal cliente. Non le moine e gli sculettamenti delle addette al front desk.

Gli antichi romani

avevano eletto l’isola d’Ischia a centro di vacanza, cura e salute. Essi si erano innamorati delle tante bellezze profuse a piene mani da una natura benevola, del verde lussureggiante, dal concentrato di diversità, dal susseguirsi di paesaggi mozzafiato, della varietà delle coste. Basta camminare una mezz’oretta e come per incanto ci si trova immersi in un’altra realtà, ancora più accattivante di quella che si era da poco lasciato. Un’abbondanza di acque termali dovute ai vulcani presenti nell’isola: Infatti, ovunque si scavi è facile trovare acque minerali di varie temperature, e numerosi sono i parchi termali creati sulle vecchie sorgenti termali. Comunque ve ne sono ancora tante di libere e addirittura sulla spiaggia a pochi metri dal mare. Sono purtroppo famose le note carenze macroscopiche territoriali, i reclami dei malcapitati turisti, i prezzi spesso fatti a misura di chi incautamente occupa un posto ad un tavolo di un ristorante, i prezzi di soggiorno elevati in cambio delle prestazioni scadenti e a dispetto delle tante stelle sbandierate sui depliant. Nonostante il tentativo di suicidio di molti imprenditori che navigano contro se stessi, dobbiamo rilevare che a dispetto di operatori, addetti al turismo, personale impreparato e improvvisato, amministrazioni ottuse e poco preparate (l’abusivismo ha devastato il territorio), il Target Ischia si è sempre venduto quasi da solo. Soggiornare a Ischia, a meno di non accusare un diretto al mento, anche solo per un giorno, basta a essere colpiti dal suo fascino misterioso, si può ben dire: essere ammalati d’Ischia, desiderarla, programmare il prossimo soggiorno per riabbracciarla, riviverla, assaporarla, gustarla, inebriarsene. Figli d’Ischia, non dovete far altro che assecondare quanto il fato ha proposto per voi e ne sarete ricompensati lautamente.

Il sorriso e la comunicazione non verbale

Che il vostro biglietto di visita, sia oltre alla preparazione tecnica, alla conoscenza delle lingue: il sorriso, la lieta parola, la gentilezza, i modi garbati, l’assenza di vanagloria e arroganza, la disponibilità, l’altruismo. E’ quel che il turista si aspetta quando sceglie una località, ancor di più se una famosa come la vostra. Non deludete chi vi permette di vivere nell’agio. Non imitate l’ottusità della politica che vi vuole servi. Diventate servitori senza essere servi. Come la mamma che serve i figli e gioisce vedendoli felici. La sua massima aspirazione è esaudire i loro desideri, nulla si aspetta in cambio. Il turista, invece, per i servizi che dovreste offrire paga lautamente, voi non dovete far altro che non deluderli. Una parola “ cortese “ costa poco o nulla, ma apre le porte di ogni cuore. Come la parola “ sgradevole “ e aggressiva, mette in guardia anche l’agnello più mite. Molti isolani, vittime della società dei consumi, corrono, non hanno tempo per scambiare una parola, senza badare ai rapporti umani apportatori di un buon equilibrio interiore. Mentre dovrebbero sorridere per la strada, vedendo un turista in difficoltà chiedere se hanno bisogno di qualcosa, se si trovano bene sull’isola. Cultura del sorriso e della tolleranza è ciò che il futuro chiede a tutti noi per non perdere fette importanti di mercato. Per ricostruire la società dei nostri nonni, a misura d’uomo, quando era importante il prodotto da vendere ma molto di più importante era la gestione delle risorse umane. Il sorriso potrà apparire superfluo, inutile nei rapporti con gli altri, ma ha un importante ruolo nella comunicazione non verbale, attraverso i quali vengono fuori, indipendentemente da quello che si è appena detto, ciò che sono i nostri veri intenti. Chi ha avuto esperienze con i dipendenti pubblici sa cosa andiamo dicendo. L’addetto apparentemente risponde in modo cortese dichiarandosi addirittura, a parole, disponibile a risolvere il nostro problema. Invece il corpo e l’espressione del viso dimostrano impazienza e assenza d’interesse. Sicuramente ne ricaverete una sensazione negativa, e sarete certi che nessuno farà nulla per voi.

Due ore d’aereo e arrivi nella località prescelta

Operatori turistici e industriali del turismo, le più belle località al mondo sono raggiungibili comodamente in aereo e da tutti gli stati, molto spesso, in un tempo inferiore rispetto a quello che occorre per raggiungere una delle nostre località. Ogni turista che viaggia sa cosa avere in cambio di quanto ha pagato. Vi preghiamo di fare un piccolo corso di aggiornamento, divertendovi e senza la noia di ore e ore di lezioni. Per esempio, potreste fare una bella crociera. Al ritorno comprenderete il concetto di turismo di là di qualunque teoria. In una nave in crociera, vivrete direttamente tutte le tematiche riguardanti il turismo. Siete sicuramente pronti e svegli e capirete! Una volta recepite quelle, avete appreso tutto. Ora siete pronti ad applicarle nelle vostre strutture.

* Tecnico Nazionale F.I.P.C.F. – C.O.N.I

* P. Atletico –

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllare Anche

Close
Back to top button
Close