Statistiche
ARCHIVIO 5

Terra Madre, il nuovo tempio del Gusto apre a Lacco Ameno

di Marco Gaudini
La data di inaugurazione è stata sabato 19 marzo. Quella in cui ‘Terra Madre’, il tempio dei “cibi di alta qualità” ha aperto a Lacco Ameno, nella sede che fu dello storico negozio La Corallina. La filosofia del nuovo punto vendita, uno spazio di 120 mq suddiviso in tre zone preparazione, ristorazione veloce e vendita, è una sorta di “scegli-mangia-impara”.
salvatore (nel commento in basso divisa con quella di carla)
Si parte dalla mattina presto con la vendita del pane e prodotti da forno preparati rigorosamente con lievito madre per poi arrivare a spuntivi veloci per pranzo e all’aperitivo la sera.
«Si tratta di una attività basata sulla produzione di pane e prodotti da forno al lievito madre, a garanzia di freschezza e della massima digeribilità, volta a soddisfare i più
diversi bisogni alimentari. L’offerta è completata da salumi e formaggi di qualità per intenditori sia da asporto che da degustare ai tavoli interni ed esterni insieme ad un ottimo bicchiere di vino, prodotti locali di qualità per turisti come liquori, marmellate, olio, vini, bibite fresche. Terra Mia è un panificio, bistrot, caffetteria, colazione e pasticceria
». A parlare è Salvatore Sirabella socio, insieme alla sorella Carla, di questo progetto enogastronomico.

Un business che unisce profitto, educazione al gusto e rispetto nei confronti del territorio, della tradizione e dell’ambiente. Un mix che si muove con onestà e, a tratti, con furbizia nel mondo della green economy allargandone i confini laddove serve per tirare su il fatturato, ma cercando il più possibile di perseguire un miglioramento della qualità della vita delle persone, fatto attraverso un cambiamento della percezione del valore del cibo. Un piacere oltre che una necessità.

L’idea di ‘Terra Madre’ è strettamente legata ai prodotti della made in Italy e anche made in Ischia un’area, quest’ultima, in cui sono racchiuse tante eccellenze alcune anche di fama internazionale come il vino il miele, le marmellate.
carla (nel commento in basso)
Salvatore e Carla, prima dell’apertura, hanno girato l’Italia in lungo e il largo alla scoperta dei piccoli produttori locali con dimensioni aziendali entro un limite artigianale quelli che garantiscono una biodiversità unica.
E forse questi ragazzi stanno anticipando solo i tempi. La riconversione dell’agricoltura potrebbe essere un volano importante per l’immagine di Ischia ai turisti. E se è vero che è la domanda che genera l’offerta significa che se tutti domani iniziamo a bere vino pulito, mangiare miele e marmellate, frutta e verdura senza concimi chimici, i negozianti, i ristoranti così come gli albergatori di Ischia di conseguenza si troverebbero “costretti” a cambiare il loro modo di “fare turismo”.

IL PANIFICIO. Troverete dal pane integrale, pani speciali alle olivi, alle noci, all’uvetta, pane ai cereali fino al pane energetico.
LA PRIMA COLAZIONE. Al mattino il pasticciere sforna brioche, cornetti e pasticcini. Al bar è possibile degustare caffè, cappuccini e bevande calde o fredde varie. Una pasticceria salutistica della serie “golosi anche della salute” dedicata a chi ama la leggerezza e non vuole privarsi della dolcezza.
SPUNTINI VELOCI. A pranzo è possibile fermarsi per uno pasto light e veloce. Pizzette, panini, ciabatte, mozzarelle, selezione di prosciutti e formaggi e fresche insalate.
L’APERITIVO TERRA MADRE. La sera è il luogo ideale per l’aperitivo, il più scenografico. Lo potrete gustare ogni sera nel grazioso “tempio del gusto” e nel caratteristico piazzale-portico che affaccia su corso Angelo Rizzoli. Un calice di Vino, scelto tra le oltre 13 cantine ischitane oppure gustare un cocktails, o una birra artigianale.

[Best_Wordpress_Gallery id=”53″ gal_title=”Terra Madre”]
Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex