Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Terremoto, continuano le liquidazioni agli hotel

Proseguono anche a Casamicciola le liquidazioni dei conti presentati dalle strutture alberghiere chiamate ad accogliere gli sfollati dopo quel drammatico 21 agosto, stanziati nell’ambito della “convenzione quadro” stipulata tra la Federalberghi Ischia e i Comuni di Casamicciola, Lacco Ameno e Forio. Dopo i 40mila euro liquidati alcuni giorni fa, altri 11.500 sono stati versati ad altre tre strutture. Alla società Continental Mare Srl sono state liquidate due fatture:  una emessa il 6 dicembre 2017 per la somma di euro 2.720,00, e l’altra di soli euro 560,00 quale corrispettivo della fattura recante la data del 21 novembre. Per la società Ethos sas, che gestisce l’Hotel Parco Osiride, è stata versata la somma di euro 7.335,00  per la fattura di eguale importo emessa il 19 dicembre. Infine, mille euro sono stati liquidati alla società Hotel Solemar Srl per un’unica fattura emessa anch’essa lo scorso 19 dicembre. Trattandosi di provvedimenti di somma urgenza, è stato l’ufficio tecnico del Comune di Casamicciola a individuare direttamente le strutture alberghiere secondo le esigenze territoriali e le disponibilità pervenute.

Ogni albergo è stato liquidato, come si vede, dietro la presentazione di fattura, autocertificazioni riguardanti il numero di prestazioni, il possesso dei requisiti previsti per legge, e l’acquisizione del Durc (Documento unico di regolarità contributiva) con esito regolare, ma anche la documentazione prodotta dall’operatore economico e acquisita agli atti circa i requisiti necessari all’attività espletata per conto di una Pubblica Amministrazione come previsto dalla legge. Ogni albergo ha inoltre presentato un’autocertificazione riguardante la corrispondenza tra l’importo richiesto in fattura e la prestazione fornita. Tutti i dati menzionati sono stati attentamente vagliati da un programma software, “Designa”, utilizzato per la collocazione delle persone sfollate nelle varie strutture, dal quale è risultata la congruità dei numeri delle presenze e gli importi previsti. Per ogni pagamento resta comunque salva l’azione di recupero (anche mediante l’istituto della compensazione) nei confronti di quelle strutture che in esito all’apposita verifica non confermeranno l’esistenza dei requisiti dichiarati e richiesti agli uffici preposti.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Close
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x