CRONACA

Test rapidi, c’è anche Ischia: il Comune ne acquista duemila

La determina è stata firmata dal responsabile di settore Lia Baldino, la fornitura affidata alla ditta Technogenetics di Milano: costo complessivo 10.000 euro. Oggi intanto primi esami a Casamicciola

A Casamicciola si parte questa mattina a Piazzale dell’Ancora, poi si proseguirà nei prossimi giorni. Ma anche Ischia è pronta per dare il via alla stagione dei test rapidi, in un momento in cui si avverte forte l’esigenza sull’intera isola di limitare il contagio da Covid 19. Una determina firmata dal responsabile di settore Lia Baldino ha infatti disposto di provvedere all’affidamento della fornitura di 2000 test rapidi per la diagnosi del coronavirus e di affidare alla ditta Technogenetics di Milano la fornitura di ottanta kit contenenti ciascuno venticinque test. L’importo impegnato dall’ente guidato dal sindaco Enzo Ferrandino sarà di complessivi euro 10.000 oltre iva.

Nella determina si motiva l’acquisto dei kit scrivendo che “è necessario e doveroso adottare misure di contenimento del contagio e della diffusione del COVID-19 al fine di salvaguardare la salute dell’intera cittadinanza del Comune di Ischia e dell’intera isola d’Ischia” e poi “che l’Amministrazione comunale del Comune di Ischia, in supporto alle attività messe in atto dalle Autorità competenti, ritiene necessario e urgente dotare il Comune di Ischia di test rapidi per la diagnosi del COVID-19 al fine di accelerare le attività di diagnosi e consentire il massimo contenimento del contagio e della diffusione del COVID-19”. L’acquisto dei kit era stato annunciato congiuntamente nei giorni scorsi in un comunicato stampa firmato non soltanto da Enzo Ferrandino ma anche dai sindaci di Barano (Dionigi Gaudioso), Serrara Fontana (Rosario Caruso) e Forio (Francesco Del Deo). Una volta ottenuti i preziosi kit, la prassi prevederà la convenzione con un medico in grado di effettuare gli esami e verosimilmente – sulla scorta di quanto fatto a Casamicciola – redigere una serie di categorie o soggetti che avranno una corsia preferenziale e prioritaria nell’effettuazione del test, partendo da coloro che hanno maggiori contatti nel corso della giornata per motivi lavorativi o di altra natura.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close