Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

“Ti sparo in bocca” minacciato il comandante dei vigili di Lacco Ameno

“Lievat a loco che te spar mocc” sono queste le parole rivolte al Comandante della Polizia Municipale di Lacco Ameno, oggi pomeriggio su Corso Angelo Rizzoli da un personaggio che gravitava in zona durante i lavori in corso per la realizzazione della rete fognaria.

Pietra dello scandalo il fatto che il Comandante Monti si è trovato a passare in zona e riscontrato che l’accesso alla strada era interdetto da una bidoniera che stava scaricando del cemento nel cantiere.

Appreso che il mezzo doveva lavorare per un’ora e che avrebbe impedito l’accesso al centro per ogni autovettura ha ordinato l’immediata rimozione del potente e grosso mezzo, ma qua sono cominciati i guai: un signore, non identificato, si sarebbe avvicinato al comandante della Polizia Municipale affermando che la bidoniera era stata autorizzata allo scarico dal tenente della Polizia Municipale di Lacco Ameno. Monti replicava di essersi informato e che l’autorizzazione era per soli 10 minuti non per un’ora. Alchè il comandante della PM ha ordinato alla ditta di allontanare la bidoniere: non lo avesse mai fatto. In tutta risposta l’uomo avrebbe detto: “Lievat a loco che te spar mocc!” lasciando allibito ed interdetto il Capitano Monti.

In tutto questo è sopraggiunto il Sindaco, Gacomo Pascale, che in men che non si dica ha iniziato ad inveire ed offendere il comandante Raffaele Monti dicendogli: “che ti sei messo in testa? Tu non sei nessuno! Devi andare a fare il vigile altro che fare il comandante!”. Una situazione paradossale che lo stesso Comandante Monti ha integralmente confermato a Il Golfo.

Successivamente il Comandante si è recato al pronto soccorso del Rizzoli per far refertare lo “stato di agitazione a seguito dell’aggressione subita”

Ads

SAM_4696

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex