Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Toghe d’onore, presente anche ad Ischia

Di Marco Gaudini

 

NAPOLI – Ieri si è svolta nel Gran Salone dei Busti della Corte di Giustizia in Castel Capuano si  la cerimonia per la consegna delle Medaglie d’oro agli Avvocati che hanno compiuto i quaranta anni di iscrizione all’Albo a testimonianza della loro lunga attività professionale nella quale si sono distinti per competenza, per probità e per attaccamento alla toga. Si è proceduto alla assegnazione delle Toghe d’onore intitolate agli avvocati deceduti, ed agli iscritti in Albo classificatisi con le migliori votazioni nella sessione d’esame di abilitazione dell’anno 2013. E’ stata  poi celebrata l’avvenuta iscrizione in “Albo d’onore” dell’Avv. Giuseppe Di Rienzo e dell’Avv. Prof. Giovanni Verde. Tutta la cerimonia, ha visto la straordinaria partecipazione dei Premi Nobel per la Pace 2015 “Tunisian national dialogue quartet” Abdelaziz Essid e Mohammed Cheick. Un evento quindi che si è ulteriormente arricchito, con la presenza di due grandi personalità che hanno lottato e lottano per l’affermazione dei diritti e della giustizia. Alla manifestazione, era presente, come unico avvocato isolano, il Presidente dell’Associazione Forense dell’Isola d’Ischia, l’avvocato Francesco Cellammare, seduto nel palco d’onore o dei presidenti. Un grande riconoscimento, quindi, anche per il legale isolano, e per tutta l’Associazione, che conferma gli ottimi rapporti tra i legali dell’isola e i vertici del Consiglio dell’Ordine napoletano. «E’ stata una grandissima emozione potersi trovare in prima linea, durante questa importantissima manifestazione. Spesso vi ho partecipato, ma dalle retrovie, senza poter apprezzare tutti gli aspetti di questa cerimonia. Quest’anno invece – ha dichiarato l’avvocato Francesco Cellammare – il presidente Armando Rossi, ha voluto che io sedessi nel palco dei presidenti, ed è la prima volta che succede. Insomma una bella soddisfazione, che conferma il nostro lavoro. Infatti – ha aggiunto il Presidente dell’Assoforense – noi non ci fermiamo mai, e proprio sull’aliscafo ho incontrato il Sindaco di Ischia, al quale ho comunicato che a breve sarà necessario incontrarci anche con il Sindaco della Città Metropolitana, per la prosecuzione delle attività relative ai lavori alle sedi giudiziarie». Negli ultimi mesi, ci sono state delle importanti evoluzioni su questo versante, con numerosi incontri, che hanno visto la partecipazione del Sindaco di Ischia, del suo vice e dell’assessore Criscuolo, con  i vertici del Tribunale di Napoli e del Ministero della Giustizia, l’avvocatura isolana, ed il Sindaco della Città Metropolitana. Incontri che hanno determinato l’inizio di un nuovo corso, con lo stanziamento di nuove risorse, per mettere in atto velocemente l’iter per la ripresa dei lavori. Pochi giorni prima delle festività natalizie, e precisamente lo scorso 22 dicembre, parlammo infatti, di un vero e proprio “regalo di Natale agli isolani” con riferimento alla decisione del Sindaco della Città Metropolitana di Napoli, Luigi de Magistris,  di rifinanziare l’opera entro fine anno, con una Delibera di impegno di spesa di  circa 400.000 euro. Per la restante parte, quella relativa all’impiantistica della Sede storica, (circa 200.000 euro) il Ministero della Giustizia ha assicurato la copertura delle spese. Il tutto finalizzato ad una celere ripresa dei lavori, che  non solo potrebbe garantire lo sblocco di una vicenda annosa, e l’istituzione del naturale presidio giudiziario sull’isola, ma di fatto andrebbe anche a modificare sostanzialmente la situazione dell’edilizia scolastica sull’isola d’Ischia. Infatti, la Città Metropolitana, per l’anno in corso, ha mantenuto il finanziamento di 3,5 milioni di euro, per la ristrutturazione complessiva dell’ex Liceo Scotti, attualmente sede della Sezione Distaccata. Con il trasferimento del Tribunale, quindi, potranno finalmente iniziare i lavori alla scuola, che devono partire inderogabilmente entro il 2016. In questo modo, pertanto, con una sola mossa, l’isola avrà la sua sede giudiziaria, e risolverà i problemi dell’edilizia scolastica. Non si pensa quindi solo alle cerimonie, ma il primo obiettivo, resta la risoluzione delle problematiche per il mantenimento della Sezione Distaccata sull’isola, vista anche la proroga decisa dal Parlamento.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x