ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Torna l’incubo ambulanti, Pezzullo: «Controlli inesistenti, Forio abbandonata a sé stessa»

FORIO –

«Tranquilli, eravate preoccupati? I nostri colleghi sono qui, il sindaco ha riservato loro il posto al sole a gratis… e noi tutto l’inverno a combattere con tasse e Iva, Tari…». Il breve ma intenso sfogo che avete appena letto non è di un commerciante qualsiasi, bensì del presidente della Confesercenti dell’isola d’Ischia, Francesco Pezzullo. L’imprenditore, che gestisce un’attività che affaccia sul centralissimo corso Francesco Regine a Forio, da anni combatte una strenua battaglia contro gli ambulanti abusivi che ogni anno si recano sulla nostra isola nel tentativo di vendere la propria mercanzia (di bassa qualità e spesso nociva per la salute) lungo le nostre strade e sulle nostre spiagge. Nonostante le numerose segnalazioni fatte da Pezzullo, di anno in anno siamo costretti ad assistere – impotenti – alla recrudescenza di un fenomeno che danneggia fortemente la nostra economia.

Nel pomeriggio di ieri abbiamo scambiato qualche battuta con il presidente Pezzullo che – abbandonato dalle istituzioni locali – non sa più che pesci prendere. «Sono anni che facciamo questa guerra (ride con amarezza, ndr), ma non è cambiato niente. La stagione turistica è iniziata da poco, ma gli ambulanti abusivi già sono tutti qui per iniziare a “lavorare”. Poi a ottobre alzano i tacchi e se ne tornano nei rispettivi paesi d’origine con i soldi che hanno “guadagnato” qua. Ormai sono anni che siamo costretti a subire questa situazione. L’estate scorsa, come di certo ricorderanno in molti, si verificò lo scandalo del vigile D’Aiello che fu aggredito da alcuni ambulanti abusivi. Anche dinanzi ad un episodio così grave, il Comune di Forio e il sindaco non sono intervenuti, non hanno fatto un bel niente. Abbiamo provveduto a denunciare la circostanza, ma anche in questo caso hanno fatto orecchie da mercante, non hanno preso alcun tipo di provvedimento. In seguito facemmo un esposto al Prefetto di Napoli affinché intervenisse sul territorio isolano. A quanto mi risulta, lo scorso anno il Prefetto avrebbe mandato una nota al Comune di Forio, nella quale sollecitava l’amministrazione ad intervenire per arginare il preoccupante fenomeno dell’ambulantato abusivo».

Ma l’azione di Francesco Pezzullo non si è fermata qui. Il presidente della Confesercenti isolana, infatti, ha presentato anche un esposto ai Carabinieri. «Abbiamo denunciato il fenomeno all’Arma, ma al momento non abbiamo ottenuto risposte significative». Mentre ci parla, Pezzullo è visibilmente arrabbiato e deluso: «Quest’anno abbiamo iniziato la stagione con gli ambulanti che stanno comodamente seduti a Cava dell’isola. Stamattina (ieri per chi legge, ndr), due individui hanno occupato abusivamente almeno otto metri di suolo pubblico. E la cosa più assurda è che nessuno (si riferisce alle forze dell’ordine, ndr) si rechi a Cava per verificare se quei due soggetti abbiano le autorizzazioni previste dalla legge. Non c’è nessun tipo di controllo, il paese è abbandonato a se stesso. Passano gli anni, ma i problemi sono sempre gli stessi. Non c’è via d’uscita, non c’è la volontà, da parte dell’amministrazione, di controllare il territorio e garantire la sicurezza dei cittadini. Per dirla in due parole: non hanno a cuore le sorti di questo paese. Non basterebbe un giornale per raccontare tutta la storia degli ambulanti abusivi sulla nostra isola. Come categoria non ci sentiamo per nulla protetti da questa amministrazione, che non fornisce risposte». Francesco Pezzullo chiude il proprio intervento in maniera lapidaria: «L’amministrazione non ha salvaguardato un pubblico ufficiale che è stato aggredito, figuriamoci se pensa ai commercianti…».

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex