CRONACAPRIMO PIANO

Traghetti soppressi, i sindaci scrivono alla Regione

Appello a Palazzo Santa Lucia ed a Luca Cascone, nel mirino le corse annullate sulla tratta Ischia-Napoli e viceversa a causa dell’autorizzazione di carattere semestrale: evidenziati i disagi anche per l’approvvigionamento

I cinque sindaci dell’isola d’Ischia e il commissario straordinario di Casamicciola Terme hanno indirizzato una nota al presidente della Commissione regionale Trasporti Luca Cascone ed agli uffici competenti di Palazzo Santa Lucia avente ad oggetto “Richiesta incontro per discussione problematica trasporto marittimo”. Nel testo i primi cittadini “sono a richiedere un incontro finalizzato a discutere della problematica appresso indicata, afferente il trasporto marittimo verso la terraferma, evidenziata tra l’altro da alcuni imprenditori isolani. In particolare, è stato rilevato che – a decorrere dal 01/11/2022 – vi è stata la soppressione di ben quattro partenze di navi-traghetto sulla tratta Ischia-Napoli ed altrettante sulla tratta inversa. A quanto si è potuto apprendere, le soppressioni sono correlate al fatto che, mentre prima le autorizzazioni rilasciate avevano carattere annuale, a seguito della pandemia esse hanno avuto carattere semestrale e tali sono rimaste tutt’ora, nonostante il ritorno alla normalità, sia per quanto concerne gli spostamenti che per quanto riguarda il volume commerciale. La riduzione del numero di corse determina gravi disagi per l’approvvigionamento di merci e per gli spostamenti di residenti (si pensi, ad esempio, a pendolari ed a coloro che sono costretti a recarsi in terraferma per visite mediche) e turisti, considerando che da tempo si sta provando a destagionalizzare i flussi turistici”.

Luca Cascone

I primi cittadini concludono e proseguono: “Tra l’altro, è appena il caso di rilevare che, in caso di condizioni meteo-marine proibitive, spesso – con la soppressione delle corse degli aliscafi – la nave-traghetto costituisce l’unico modo per assicurare la continuità territoriale tra l’isola e la terraferma. Alla luce di quanto precede, si chiede quindi un incontro finalizzato a discutere della problematica evidenziata e di possibili soluzioni, quale ad esempio potrebbe essere quella di ripristinare il carattere annuale delle autorizzazioni. Confidando in un positivo riscontro, gli scriventi porgono Distinti saluti”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Bianca

Benissimo, sono contenta che i sindaci insieme abbiano pensato di risolvere questo problema. Risento in particolar modo dell’assenza del traghetto delle 14.10 di Medmar che era un’ancora di salvezza in caso di mare mosso.

Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex