ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Trasporti,  al Calise il summit del Coordinamento Mobilità

 di Sara Mattera

Ischia.  Continua la battaglia della comunità isolana per il diritto alla continuità territoriale.  Si è tenuto, infatti, ieri mattina, presso il Bar Calise di Ischia, l’incontro pubblico promosso dal Coordinamento Mobilità con i rappresentanti delle varie istituzioni locali per  discutere sulle questioni  maggiormente pregnanti in tema di trasporti su gomma e sulle vie del mare ed i servizi ad essi connessi sulla nostra isola e non solo. Tra i presenti, il sindaco di Lacco Ameno, Giacomo Pascale, il vicesindaco di Ischia, Enzo Ferrandino,  la dirigente scolastica delle scuole medie Giovani Scotti di Ischia, Lucia Monti,  il dirigente del Liceo Ischia, Giampiero Calise e rappresentanti del settore autotrasporti e commercio, tra cui Giovanni Lombardi e Sgambati della Confasercenti di Ischia.   Diversi i punti all’ordine del giorno

Eav Bus e il 2017: quale futuro per l’isola di Ischia?

Tra gli argomenti  portati all’attenzione dei presenti dal Coordinamento Mobilità, ancora una volta la situazione  relativa al parco autobus isolano. Una situazione che, come riportato recentemente anche sulle colonne di questo giornale, si sta lentamente risollevando grazie all’arrivo sull’isola, lo scorso novembre, di nuovi  mezzi  che hanno così permesso di arginare, finalmente, la grave emergenza verificatasi durante i mesi estivi e causata dalla mancanza di autobus funzionati. «Ora bisogna appurare – ha dichiarato Salvatore Sodano del Coordinamento Mobilità – se gli autobus non funzionanti, in questi mesi, sono stati riparati, cercando di capire inoltre cosa ci aspetta nei prossimi mesi. È importante  non arrivare ad una nuova stagione estiva con l’ennesima carenza di mezzi». Sodano ha quindi annunciato un imminente incontro con i dirigenti dell’Eav Bus, previsto per venerdì prossimo alle ore 10.00 presso la sala Consiliare del Comune di Ischia e che dovrebbe vedere la presenza del presidente dell’Eav Bus, Umberto De Gregorio. Quest’ ultimo, infatti, ascolterà le vertenze che verranno sollevate dal coordinamento mobilità, congiuntamente alle sei amministrazioni isolane sul fronte trasporti su gomma, cercando di chiarire , al contempo, le azioni future che l’azienda ha deciso di intraprendere per implementare il trasporto isolano.

 

 I trasporti marittimi e la soppressione della navetta portuale

Non solo  però il trasporto  su gomma tra gli argomenti trattati. Nell’interesse del Coordinamento Mobilità, infatti, anche la spinosa problematica relativa alla recente soppressione della navetta che collegava, fino alla scorsa settimana,  Calata Porta di Massa con il Molo Beverello.  Una soppressione questa,  che – lo ricordiamo – è stata giustificata dal neo presidente dell’autorità portuale di Napoli,  Pietro Spirito, come un dispendio troppo oneroso di risorse economiche, venendo, però, così meno agli accordi raggiunti nel lontano 2007 tra  la Regione Campania e Comuni isolani. Questi ultimi, infatti, “barattarono” il trasferimento dell’attracco delle navi traghetto dal Molo Beverello a Porta di Massa con l’istituzione del suddetto servizio di navetta portuale, contro la cui soppressione, quindi, nei giorni scorsi, si è sollevato il malcontento non solo dei sindaci di Ischia, ma anche di Capri e Procida.  Alcuni  recenti rumors vedrebbero, inoltre, l’autorità portuale di Napoli, star valutando, al fine di riattivare il collegamento navetta,   l’ applicazione  di un  possibile aumento sul costo dei biglietti di viaggio sulle navi, nel quale, sarebbero compresi anche i servizi portuali,  tra cui proprio quello della navetta . Una soluzione questa che certamente non farebbe altro che gravare ulteriormente sulle tasche dei cittadini isolani  e dei turisti. Ecco perchè, giovedì prossimo, molto probabilmente presso la Regione Campania ci sarà un incontro al quale saranno convocati i sindaci, l’Autorità portuale di Napoli e al quale  parteciperà anche una delegazione del Coordinamento Mobilità per discutere della questione navetta e di altri eventuali vertenze inerente i servizi portuali offerti dai due moli napoletani.

Pozzuoli e quella  inesistente stazione marittima

Tra le vertenze mosse dal Coordinamente Mobilità anche Pozzuoli. Da tempo, infatti,  sia le compagnie di navigazione marittima che gli utenti protestano per l’inaccettabile dislocazione delle biglietterie che distano  diversi chilometri le une dalle altre, lamentando, inoltre anche una scarsa segnaletica identificativa delle stesse  con tutti i disagi annessi e connessi. «Ho stilato una bozza di documento – ha annunciato Sodano – che indirizzerò alla Regione Campania, nella quale viene richiesta la costruzione o identificazione di una stazione marittima per il porto di Pozzuoli».  Obiettivo primario, anche quello di coinvolgere il sindaco di Pozzuoli nell’eventuale progetto per la realizzazione della stazione marittima dell’area portuale in questione.

Porto di Ischia e il no dell’amministrazione al “mostro” di cemento armato

Se sul fronte napoletano la situazione dei servizi portuali è ancora in altro mare, buone notizie, invece, ci sarebbero per la riqualificazione del porto di Ischia.  Il vicesindaco di Ischia Enzo Ferrandino ha infatti annunciato che recentemente l’ente isolano avrebbe indirizzato una lettera alla Regione Campania per chiedere che i finanziamenti, inizialmente assegnati per la riqualificazione  del pontile due  e che  vedrebbero la realizzazione di una struttura in cemento armato  da molti considerata  un totale scempio – siano, invece, utilizzati per risolvere lo spinoso problema relativo all’acqua alta sulla riva destra, potenziando, al contempo, l’attuale pontile con una struttura più accogliente e confacente alle peculiarità paesaggistiche della nostra isola. « La Regione- ha dichiarato il vicesindaco – sembra aver accolto positivamente la nostra proposta. Probabilmente entro la prossima estate riusciremo ad  realizzare questo progetto».   La possibilità che la mostruosa opera in cemento armato potesse veder luce sul nostro porticciolo, sembra essere,quindi, stata sventata.

Infine, durante l’incontro,  il Coordinamento Mobilità ha  discusso con i dirigenti delle scuole di Ischia per l’attuazione di un progetto di accoglienza turistica che coinvolga anche gli studenti isolani.  La volontà è quella di portare avanti un dossier sull’accoglienza, al pari di quello  progettato due anni fa sui trasporti. A tal proposito però,  Coordinamento e  il mondo della scuola hanno  ancora molto da definire.

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close