Statistiche
ARCHIVIOARCHIVIO 3

Trasporti marittimi, i sindaci chiedono l’intervento della Regione

di Marco Gaudini

 

ISCHIA – Sul versante del trasporto marittimo, si sa i disagi non mancano mai. Ed anche negli ultimi giorni, tra ritardi, avverse condizioni meteo marine, e mancanza di informazione e strutture a terra, si son vissuti nuovamente momenti di criticità e disservizi per gli utenti del trasporto pubblico. Così i primi cittadini dell’isola, interpellati da “IL GOLFO”, su questa tematica, hanno annunciato le prossime iniziative per far fronte alla problematiche. I Sindaci, in sostanza, mutueranno lo stesso schema applicato per la vicenda delle Terme e della Sanità, e quindi chiederanno, tutti insieme, l’intervento dell’Amministrazione Regionale. A spiegare le fasi è il Sindaco di Lacco Ameno, Giacomo Pascale: «nell’ultima riunione abbiamo parlato tra le altre cose anche di questa tematica e ci siamo attivati per chiedere un incontro urgente a De Luca per la questione trasporti. Bisogna infatti analizzare il problema in un’ottica complessiva. Questa storia della Caremar, senza voler entrare nel merito della privatizzazione, deve essere ben analizzata. Lo sciopero infatti di chi ha subito un licenziamento, sciopero legittimo senza alcun dubbio, non si può però tramutare in un presidio permanente di dimostrazioni, ancorché legittime e comprensibili sul piano umano, ma che arrecano un grosso danno di immagine al turismo dell’isola d’Ischia. Inoltre non ci sono  le giuste indicazioni  indicazioni nei porti per gli utenti, ci sono disagi per residenti e pendolari, soppressioni di corse senza avviso, perché gli sportelli funzionano poco. L’incontro con del De Luca – aggiunge Giacomo Pascale – deve servire a questo, noi non vogliamo entrare, né possiamo entrare, per ciò che riguarda Caremar, nel merito della privatizzazione, ma sicuramente dobbiamo dire la nostra sulla tipologia di servizio che questo privato intende mettere in atto. Bisogna infatti tenere conto delle istanze che vengono dal territorio, tra più di un mese, infatti, con Pasqua si ripartirà a pieno regime e noi dobbiamo farci trovare pronti». Inoltre il Sindaco di Lacco Ameno affronta anche la vicenda, che abbiamo ampiamente riportato dei “vicini” lavori al Porto di Ischia, opere che stante le ultime comunicazioni, dovrebbero partire tra meno di 60 giorni:«Sia ora che finalmente si risolve il problema dei pontili, accolgo quindi con favore quest’iniziativa, perché era troppo tempo che si sentiva la necessità di metter mano a queste faccende. Mi auguro – aggiunge Pascale – che si provveda anche allo spostamento delle biglietterie, attualmente allocate dinanzi alla chiesa di Portosalvo. L’attuale allocazione credo sia scandalosa, e spero che sia allestita una biglietteria degna del porto di Ischia. Anche perché noi già offriamo una pessima immagine dell’isola per i tre porti, che oramai – dichiara Giacomo Pascale – sono diventati un letto di lamiere bianche occupati dai taxi. Su questo dobbiamo intervenire e non si possono trovare alibi in quanto si tratta di un settore  di esclusiva competenza dei sindaci» – ha concluso Giacomo Pascale. Anche per il Sindaco di Forio, Francesco Del Deo, l’intervento della Regione è necessario, e su questo c’è bisogno di sollecitare direttamente il Presidente De Luca: «ci siamo sentiti con tutti i Sindaci perché la nostra preoccupazione è di affrontare un’estate in queste condizioni del trasporto pubblico. Abbiamo pertanto deciso di intervenire in maniera unitaria anche su questa tematica sollecitando la Regione Campania. E’ infatti opportuno che l’Amministrazione Regionale faccia la sua parte, e chiami definitivamente gli armatori ad un tavolo e li obblighi a rispettare certi accordi. Io sono per un mercato libero, anche se credo che in un momento di crisi come questo è difficile che vi siano degli armatori disposti ad “imbarcarsi” in un impresa del genere. E’ ovvio che nel momento in cui vi fossero, credo che la Regione Campania dovrebbe valutare queste opportunità» – inoltre Del Deo pone l’accento anche sulla vicenda dei bigliettai della Caremar, licenziati lo scorso 31 dicembre:«anche loro dovranno essere tema della nostra discussione con la Regione, che deve partire del trasporto marittimo per poi estendersi a tutti gli altri trasporti per migliorare la vivibilità sulla nostra isola e limitare i disagi a turisti, residenti e pendolari» – ha concluso Del Deo. Per Giovan Battista Castagna, Sindaco di Casamicciola, questo è un argomento di non facile risoluzione, sul quale c’è bisogno di un rinnovato impegno:«sono stato proprio io – ricorda Castagna – a portare qui sulla nostra isola l’ex Assessore ai Trasporti Vetrella, per un confronto sulle tematiche della mobilità. Questo è certamente un tema assai difficile, dove l’impegno non basta mai – dichiara il Sindaco di Casamicciola – ed oggi per colpa della politica siamo arrivati ad un vero e proprio bubbone. Non è facile adesso e non era facile prima. Il fatto stesso però che cerchiamo di organizzare queste iniziative, significa che siamo attenti, e vogliamo affrontarlo. Io dico ben vengano queste attività e dobbiamo essere anche più realisti nel rapportarci a questa tematica». Sulla vicenda legata ai licenziamenti degli ex bigliettai il Sindaco di Casamicciola ha dichiarato:«su questo argomento so che è molto impegnata, la Consigliera Regionale Maria Grazia Di Scala, io comunque credo sempre che i livelli occupazionali vadano salvaguardati» – ha concluso Castagna.

Quindi a breve, oltre le terme e la sanità i Sindaci sbarcheranno, chissà se indenni da disagi, sulla terraferma per affrontare con la Regione anche il tema dei trasporti.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Close
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x