ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Trasporti su gomma, ancora disagi per Ischia

Ischia

. Un lunedì non del tutto tranquillo, quello appena trascorso, per chi ha viaggiato  con il trasporto terrestre isolano. Ieri mattina, infatti, un autobus della linea CD con partenza delle ore 12.00 da Ischia Porto è stato costretto a lasciare a terra i suoi passeggeri. Giunto in prossimità di Piedimonte, il mezzo ha fermato improvvisamente la sua corsa, a causa di un probabile guasto al motore. Inutili sono stati i tentativi dell’autista di far ripartire il mezzo che si irrimediabilmente arenato lungo la strada. I passeggeri a bordo hanno, quindi, dovuto scendere dal mezzo per aspettare l’arrivo dell’autobus della corsa successiva. Come c’era da aspettarsi, la situazione  ha scatenato le proteste da parte degli sventurati utenti, dovute non solo all’improvviso guasto del mezzo, ma accentuate anche dal fatto che l’autobus in questione era già partito con oltre un quarto d’ora di ritardo dallo stazionamento. Qualcuno ha quindi deciso di proseguire a piedi verso la propria destinazione, qualcun altro, invece, ha atteso l’autobus successivo, arrivando –  specie per chi era diretto verso Serrara Fontana e Sant’Angelo – alla propria metà però, soltanto un’ora e più. A bordo del mezzo, infatti, vi erano soprattutto studenti che, da poco usciti da scuola, non desideravano altro che tornare a casa ed invece hanno dovuto  attendere  sotto la pioggia, per svariato tempo, l’arrivo di un altro bus.  A coronare il tutto, ovviamente, anche i ritardi che si sono registrati, nel corso della giornata, sulla medesima linea, mettendo così in subbuglio parte del quadro orario della giornata. Con l’ennesimo guasto ad un mezzo di linea, l’avvio di queste festività natalizie, insomma, sembra non essere partito nel migliore dei modi. Nonostante la ventina di nuovi autobus di cui – lo ricordiamo – dodici sono  quelli usati e acquistati dalla Regione Campania dalla Polonia, i disagi per la  cittadinanza  sul fronte trasporti su gomma sembrano restare dietro l’angolo.  In circolazione, infatti, restano pur sempre ancora anche i bus di vecchia data, nei quali persistono i soliti guasti che rischiano di causare ancora disagi alla cittadinanza. Disagi che  sono certamente diminuiti rispetto a quanto accadeva nei mesi estivi, ma tutto ciò ancora non basta. Quanto accaduto ieri, infatti, è un chiaro esempio di come ci sia ancora da lavorare sull’implementazione del parco autobus isolano.

Se,quindi, per i sindacati e per il presidente dell’Eav Bus, Umberto De Gregorio, la situazione in merito ai trasporti su gomma di Ischia sembri quasi essere tornata alla normalità, lo stesso non può dire, invece, chi ieri, purtroppo, è stato lasciato a piedi per l’ennesima volta da un autobus e che per arrivare alla sola Serrara Fontana ha impiegato lo stesso tempo che si impiegherebbe via mare da Ischia a Napoli. Un dato questo che, certamente, dovrebbe far riflettere chi di competenza.

 

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex